rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Economia

Iacp, stop agli aumenti dei diritti di segreteria: la Regione dice "no"

Lo hanno reso noto i segretari del Sunia con la segretaria Floriana Bruccoleri e Massimo Raso per la Cgil di Agrigento che hanno ricevuto una nota da Palermo

L'assessorato regionale alle Infrastrutture ha annullato la delibera con cui l’Istituto autonomo case popolari di Agrigento ha aumentato i diritti di segreteria. Lo hanno reso noto i segretari del Sunia (sindacato degli inquilini ed assegnatari) con la segretaria Floriana Bruccoleri e Massimo Raso per la Cgil di Agrigento che hanno ricevuto una nota da Palermo. 

La delibera dell'Iacp aveva aumentato i diritti di segreteria, arrivando a chiedere 500 euro per una voltura, un subentro o per regolarizzare un contratto di locazione, o addirittura 100 euro per il rilascio delle attestazioni.

“La deliberazione commissariale - si legge nella lettera ricevuta dal Sunia e della Cgil - è stata emessa oltre il termine di scadenza dell’incarico del commissario ad acta. Inoltre tra gli atti da porre in essere da parte del commissario ad acta, non risulta alcun riferimento a quelli afferenti l’adeguamento dei diritti di segreteria. Per quanto sopra la deliberazione è affetta da vizi di legittimità ed è improduttiva di effetti giuridici, pertanto è da ritenersi nulla”.

Soddisfazione viene espressa dai due sindacalisti che “promettono di continuare a vigilare affinché l’Istituto revochi la delibera e dia mandato di recuperare quanto versato dagli assegnatari con enormi sacrifici".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iacp, stop agli aumenti dei diritti di segreteria: la Regione dice "no"

AgrigentoNotizie è in caricamento