I saldi iniziano per l'Epifania, sconti sottobanco praticati però già da settimane

Da prima della fine dell'anno, gli esercenti commerciali di Agrigento e provincia - con Sms o Whatsapp - invitano la propria clientela a recarsi al negozio, promettendo tagli del 30 per cento ad addirittura del 60

(foto ARCHIVIO)

I saldi, ufficialmente, inizieranno il 6 gennaio: il giorno dell'Epifania. Già da prima della fine dell'anno, però, gli esercenti commerciali di Agrigento e provincia - con Sms o Whatsapp - invitano la propria clientela a recarsi al negozio, promettendo sconti che oscillano da un minimo del 30 per cento ad addirittura il 60 per cento.

Le previsioni, quest'anno, sembrano essere confortanti. I commercianti cercheranno comunque, attraverso la "stagione" dei saldi, di tenere testa ad un altro anno, l'ennesimo, economicamente complicato.

Vige comunque, anche nell'Agrigentino, una grande confusione. Alcuni parlano, per le vendite di questi giorni, di "saldi sottobanco"; altri, invece, continuano a rievocare la norma nazionale sulla liberalizzazione. Norma che però la Regione Sicilia prende in considerazione soltanto per quanto riguarda gli orari di vendita, ma non per gli sconti o le vendite promozionali. 

Per la Regione Sicilia, i saldi prenderanno il via il 6 gennaio. Nei 5 giorni d'inizio anno, dunque, i saldi dovrebbero essere - almeno in linea di principio - vietati perché non regolamentati. Nei primi cinque giorni di gennaio dovrebbe esserci dunque una sorta di fermo "biologico": commercianti e consumatori bloccati nell'attesa del calendarizzato giorno dell'Epifania. Sms e Whatsapp, intanto, però, continuano a richiamare l'attenzione dei possibili acquirenti.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Paura e contagi fuori controllo nell'Agrigentino, Cuffaro sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento