rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Economia

Fondi regionali per opere pubbliche, Agrigento ultima della "classe"

Soltanto due i Comuni in provincia che hanno avuto accesso al fondo di rotazione per la progettazione a fronte di oltre tre milioni e mezzo di euro disponibili

Sono in arrivo tre milioni e mezzo di euro per gli Enti locali siciliani. Sono, infatti, state sbloccate le risorse del Fondo di rotazione istituito dalla Regione per facilitare i Comuni dell’Isola nell’elaborazione di progetti per opere pubbliche, ma la provincia di Agrigento è tra quelle che meno sta sfruttando l'occasione.

Infatti sono ad oggi solo 2 i centri dell'Agrigentino che hanno avuto accesso al fondo, destinato ad anticipare le somme necessarie agli enti locali per affidare all'esterno l'incarico di progettare specifiche opere pubbliche. Fondi che poi vengono recuperati dalla Regione non appena il progetto viene finanziario. Ad accedere alle risorse solo Santo Stefano di Quisquina (con un progetto di regimentazione delle acque meteoriche provenienti dal versante nord-est, a salvaguardia del centro abitato, 51mila euro) e Bivona (progetto di costruzione della rete fognante, opere di salvaguardia del centro abitato – bacino idrografico fiume Magazzolo, 111mila euro).

E dire che a fronte di comuni oggi immobili per assenza di risorse e di progetti questi fondi avrebbero rappresentato un valido aiuto per, ad esempio, la costruzione di edifici da adibire a scuole, la messa in sicurezza dell'esistente, l'efficientamento energetico delle strutture pubbliche eccetera.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi regionali per opere pubbliche, Agrigento ultima della "classe"

AgrigentoNotizie è in caricamento