Martedì, 16 Luglio 2024
Economia

Fondi europei, l'allarme della Uil: "Grave non riuscire a spenderli"

Il sindacato interviene sulle notizie poco rassicuranti che provengono dal Por-Fers 2014/2020

La Uil di Agrigento interviene sulle notizie poco rassicuranti che provengono sui fondi europei e nella fattispecie il Por-Fers 2014/2020, con il concreto rischio di perdere 719 milioni di euro, visto che dai numeri che sono finora usciti fuori appena 6 milioni sono stati spesi e certificati, cifre che non rassicurano per nulla.

“Il nostro vuole essere uno stimolo al governo regionale  - ha affermato in una nota il segretario Gero Acquisto - per invertire la rotta dello sviluppo della nostra fragile economia, partendo dalla nostra provincia agrigentina, totalmente depauperata e che ha fame di opere, migliorie e investimenti a 360 gradi. I tempi per rimettere le cose a posto, visto la tagliola del 31 dicembre 2018, sono molto brevi; sarebbe ancora una volta scandalosa che per una serie di ritardi, storture, rimpalli e burocrazia e procedure lunghe dovessero pagare il conto i siciliani. Vogliamo sperare che ci sia un’accelerazione della spesa dei fondi, di una corretta rendicontazione e certificazione, fermo restando che tante volte i progetti portati a termine hanno prodotto basse possibilità di crescita economica e occupazionale".

"Adesso, il governo nazionale ha creato un Ministero per il Sud, probabilmente per attenzionare meglio le questione insolute. Vorremmo capire se gli incontri estivi tra il governatore Musumeci e il ministro Lenzi hanno trovato le giuste soluzioni. A oggi la Uil di Agrigento - conclude Acquisto - è fortemente preoccupata che la situazione non si riesca a sbloccare per i troppi incagli e per una programmazione progettuale che francamente è andata troppo a rilento e che non soddisfa le legittime richieste, di imprese, giovani e lavoro.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi europei, l'allarme della Uil: "Grave non riuscire a spenderli"
AgrigentoNotizie è in caricamento