Servizio di pulizia delle Poste, lavoratori sul piede di guerra

Il sindacato della Cisl denuncia il ritardo nel pagamento degli stipendi di gennaio e febbraio e chiede un tavolo di raffreddamento in Prefettura

Lavoratori addetti alle pulizie degli uffici postali della provincia di Agrigento, la Fisascat Cisl proclama lo stato di agitazione e chiede alla Prefettura l'attivazione delle procedure di raffreddamento previste dalla norma. 

In una nota segretario Castronovo evidenzia le problematiche attualmente vissute dai lavoratori della ditta "Euroservice Srl" impiegati nei servizi di pulizia degli uffici postali della provincia di Agrigento, Caltanissetta e Enna. "Sembra che tutte le azioni sindacali e le richieste di intervento alle autorità competenti siano andate al vento - scrive la Fisascat -. Infatti a tutt'oggi i lavoratori, non hanno ancora ricevuto il pagamento degli stipendi di gennaio e febbraio. Abbiamo più volte contattato i dirigenti della ditta sub appaltatrice del servizio in oggetto, per cercare di capire quali siano le cause che hanno portato a tale ritardo sul pagamenti degli stipendi, ci hanno risposto che la ditta Manitalidea Spa, titolare dell'appalto, non effettua i pagamenti delle fatture dei servizi prestati da svariati mesi e per tale motivo la Euroservice non riesce ad avere liquidità di cassa sufficiente a garantire il regolare pagamento degli emolumenti. Ribadiamo - conclude il sindacato - che i lavoratori non possono essere vittime di malcostume o di deficienze burocratiche, la retribuzione è un diritto sudato e guadagnato e non una richiesta di elemosina. Non pagare gli stipendi significa mortificare la dignità dei lavoratori e creare seri problemi alle loro famiglie".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 59 nuovi positivi nell'Agrigentino: ci sono anche insegnanti e studenti, è raffica di scuole chiuse

  • Regione, firmata l'ordinanza: centri commerciali e outlet chiusi la domenica pomeriggio e coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus: "pioggia" di casi tra Agrigento, Favara, Ribera e Sciacca

  • Cosa fare se si è entrati in contatto con una persona positiva al coronavirus

  • Coronavirus, boom di contagi fra Licata, Sciacca, Porto Empedocle e Raffadali: anche 2 bimbi e una docente

  • Aumentano i contagi da Covid, sospesi i mercatini settimanali: ecco dove

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento