rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Lo studio

1 maggio, la festa del lavoro che non c'è: più di 120mila gli "inattivi"

Si tratta di un dato che prende in considerazione i "neet", cioè i giovani che non studiano né sono occupati in altro

Primo maggio, festa del lavoro che non c'è, o che è sempre più precario, anche in provincia di Agrigento.

A dirlo sono i dati, che, tuttavia, stanno facendo registrare una leggerissima inversione di tendenza rispetto agli anni passati. Uno studio che va in questa direzione è ad esempio quello pubblicato nei giorni scorsi dalla Cgia di Mestre, che colloca l'Agrigentino al 18esimo posto a livello nazionale per crescita del numero di contratti stipulati. La ricerca, evidentemente, non indica il numero dei nuovi lavoratori ma un dato che prende in considerazione anche le trasformazioni nei rapporti con le aziende e soprattutto questo incremento va inquadrato in un contesto di crollo verticale dell'occupazione registratosi negli ultimi anni che è ben lungi dall'essere recuperato.

Secondo i numeri, a fronte di 115mila contratti nel 2019, dopo un calo a 112mila nel 2022, si è registrata una crescita fino a 121,700 contratti nel 2023. Questo con un aumento però a livello nazionale del 5.8% dei contratti a tempo determinato.

Andando al dato dei disoccupati, secondo Istat questi sono calati dal 19,3% del 2022 al 16.7% del 2023 (parliamo comunque di decine di migliaia di persone), per quanto ad allarmare sia sempre le voce dei cosiddetti "neet", cioè tutte quelle persone che non lavorano né studiano o seguono percorsi di formazione.

Sempre secondo l'istituto di statistica, nella fascia 15/64 anni sono ben 120, 90mila dei quali solo nella fascia tra i 15 e i 29 anni.

Questo fa il paio con un altro studio sempre della Cgia: secondo la previsione entro 10 anni saranno ben 63mila i posti di lavoro che non saranno oggetto di ricambio generazionale, frutto ovviamente dell'invecchiamento della popolazione ma anche dell'emigrazione.

A sfuggire a questi numeri è chiaramente il mondo del lavoro nero, pur molto presente in provincia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

1 maggio, la festa del lavoro che non c'è: più di 120mila gli "inattivi"

AgrigentoNotizie è in caricamento