rotate-mobile
La classifica

"Caro" energia, quali sono gli elettrodomestici che consumano di più

Al primo posto per consumo orario c'è la stufetta elettrica, seguita da bollitore e asciugacapelli. Il condizionatore? Non è così avido di energia come ci si aspetterebbe: il suo impatto in bolletta è dovuto alle molte ore al giorno di accensione

Che i prezzi delle materie prime e dell'energia siano schizzati verso l'alto è cosa nota a tutti. Le ripercussioni sul portafoglio degli italiani sono e saranno pesanti, e il caro bollette è una delle più evidenti. Aspettando tempi migliori, al momento l'unica "arma" in possesso del consumatore è quella di provare a usare in modo intelligente gli elettrodomestici che sono più avidi di energia (ovviamente valutando, laddove non se ne fosse in possesso, l'acquisto di elettrodomestici di classe energetica alta). Per aumentare la consapevolezza dei consumatori Selectra (selectra.net), il servizio gratuito che confronta e attiva le offerte di luce, gas e internet per aziende e privati, ha elaborato una classifica degli elettrodomestici più energivori, cioè quelli che hanno il consumo orario medio maggiore, calcolando anche i rispettivi costi in bolletta con le tariffe del Servizio di Maggior Tutela attive dal 1 luglio 2022. Vediamo in breve quali sono.

Quali sono gli elettrodomestici più energivori

Al primo posto c'è la stufetta elettrica (0,90€/ora), un elettrodomestico il cui utilizzo è (ovviamente) molto facile da evitare d'estate. Al secondo posto c'è il bollitore (0,73€/ora), seguito dall'asciugacapelli (0,72€/ora) e dalla friggitrice ad aria (0,68€/ora). Per quanto riguarda l'asciugacapelli (o phon, che dir si voglia) da solo incide mediamente per 5,5 euro al mese nelle bollette di una coppia. Non poco. Segue la piastra per capelli che può arrivare a farci spendere 0,59€ per ogni ora di utilizzo. Al sesto posto c'è quindi l'asciugatrice (0,53€/ora) e poi, al 7°, il ferro da stiro (0,45€/ora), anche se normalmente questi ultimi sono utilizzati per più tempo, e quindi di fatto vanno a pesare di più in bolletta. 

Consuma e quindi costa in bolletta poco meno il forno elettrico (0,42€/ora), cui seguono l'aspirapolvere (0,36€/ora) e il condizionatore (0,32€/ora). Nel caso del condizionatore l'indicatore dipende molto dall'utilizzo: più è bassa le temperatura impostata, più cresce la spesa in bolletta per ogni ora di accensione. La sua posizione in classifica mostra inoltre che il suo impatto sulle bollette è dovuto non solo all'intensità del consumo, ma anche alle molte ore al giorno di accensione. L'alternativa a basso prezzo resta il buon vecchio ventilatore, che costa meno di un decimo rispetto al condizionatore. All'undicesimo posto, e con un consumo orario significativamente minore, troviamo invece la lavatrice (0,14€/ora) e poi la lavastoviglie (0,11€/ora). 

  • Stufetta elettrica (0,90€/ora)
  • Bollitore (0,73€/ora)
  • Asciugacapelli (0,72€/ora)
  • Friggitrice ad aria (0,68€/ora)
  • Piastra per capelli (0,59€/ora)
  • Asciugatrice (0,53€/ora)
  • Ferro da stiro (0,45€/ora)
  • Forno elettrico (0,42€/ora)
  • Aspirapolvere  (0,36€/ora)
  • Condizionatore  (0,32€/ora)
  • Lavatrice (0,14€/ora)
  • Lavastoviglie (0,11€/ora)

(fonte: Today)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Caro" energia, quali sono gli elettrodomestici che consumano di più

AgrigentoNotizie è in caricamento