"Lo Stato aiuti gli imprenditori", l'Udc chiede nuove norme salva imprese

Tra queste, eliminare la possibilità che la banca possa revocare i fidi già concessi con effetto immediato e senza motivazioni

Il coordinatore politico regionale dell’Udc Italia per la Sicilia, onorevole Decio Terrana, ha oggi trasmesso una nota ufficiale alle associazioni di categoria per le piccole e medie imprese ed al gruppo parlamentare dell’Udc Italia al Senato poiché si intervenga con rapidità sulle molteplici difficoltà che oggi incontrano tutti gli imprenditori.

“Le piccole e medie Aziende sono da sempre punto di riferimento dell’economia italiana ed hanno contribuito a portare l’Italia ad essere una delle maggiori potenze economiche del dopoguerra – comunica Decio Terrana – non è possibile alcune realtà sociali e politiche hanno 'ridisegnato' l’imprenditore come un demone ricco ed approfittatore. I nostri imprenditori da anni lottano contro una burocrazia sempre più complessa, contro soluzioni economiche da parte dello Stato che stanno estinguendo il tessuto imprenditoriale italiano”.

Nella nota si avanzano anche alcune proposte di modifica, ad esempio eliminare la possibilità che la banca possa revocare i fidi già concessi con effetto immediato e senza motivazioni alcune; eliminare la penale del 10% del valore facciale degli assegni bancari versati e non pagati; garantire l’apertura di un conto corrente a tutti i Cittadini, anche coloro che risultano iscritti al Cai all’elenco ufficiale dei protesti.

“Vorrei che tutti noi, e la classe dirigente politica prima di tutto, prenda subito in mano la situazione – conclude il coordinatore dell’Udc - regolando, con nuove ed immediate disposizioni di Legge, adeguate politiche istituzionali che tornino a garantire la serenità e la produttività dei nostri imprenditori italiani”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento