Debiti fuori bilancio e somme per sentenze, il Comune è sempre più "accerchiato"

I primi provvedimenti di spesa firmati per l'anno 2019 non sono stati dedicati a servizi per i cittadini o soluzione di problemi, ma per pagare le imposte di registro dei ricorsi

Debiti fuori bilancio e spese connesse alla presentazione di ricorsi o alla costituzione in giudizio dell'Ente: il Comune di Agrigento è sempre più "accerchiato" dalle spese.

Dal primo di gennaio (con il bilancio previsionale 2018 approvato a fine dicembre) , infatti, sono stati innumerevoli i provvedimenti firmati dal settore finanziario per coprire spese già "perfezionate" con il voto in Consiglio comunale (oltre una sessantina quelli approvati in aula a fine anno) spostando specifici capitoli di spesa per questo scopo, oppure per stanziare piccole somme (si parla di circa 200 euro la volta) come imposte di registro per la difesa di palazzo dei Giganti in provvedimenti legali in cui era chiamato a difendersi. In larga parte si tratta di singole cause dinnanzi al giudice di pace per bollette idriche notificate ai condomini, processi tutti persi in contumacia, tanto che, ad esempio, la commissione Bilancio in Consiglio comunale si è posta l'interrogativo se fosse davvero utile al fine di migliorare la condizione economica del'ente tentare di incassare queste risorse se poi alla fine tutto si trasformava in un nuovo debito.

Debiti fuori bilancio, oltre sessanta impegni di spesa votati a fine anno dal Consiglio comunale

Intanto si attende che l'Aula voti per la costituzione di una specifica commissione da destinare ai debiti fuori bilancio, per conoscerne genesi, approfondire le responsabilità (come più volte richiesto dai revisori dei conti) e studiare quantomeno una linea d'azione che possa per il futuro prevenire ulteriori perdite economiche per l'ente. Ad oggi questo strumento giace in attesa di accordi politici, mentre invece tra i punti inseriti all'ordine del giorno del Consiglio comunale la IV commissione consiliare che servirà ad approfondire appunto le questioni connesse alla mancata costituzione in giudizio dell'Ente in numerosi ricorsi che scaturiscono da richieste di pagamento di varia natura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento