Venerdì, 19 Luglio 2024
L'appello

Crisi del settore vitivinicolo, Acli Terra Agrigento: "Vendemmia verde per sostenere i produttori"

Luigi Vecchio: "In molti non hanno ancora ricevuto i pagamenti dell'uva conferita"

"Vendemmia verde per arginare il pericolo del crollo del prezzo dell'uva da mosto nella prossima vendemmia". Lo chiede, esprimendo grande preoccupazione, il presidente di Acli Terra Agrigento Luigi Vecchio. 

"Il settore vitivinicolo siciliano sta attraversando un grave momento a causa della crisi economica. La pandemia e la guerra in Ucraina hanno causato una contrazione dei consumi di vino e molte cantine registrano una giacenza di prodotto invenduto, con serie difficoltà a pagare i produttori per mancanza di liquidità - scrive - . Già nella campagna vitivinicola precedente si è registrato un trend negativo. Infatti, il prezzo dell'uva da mosto è sceso di circa 10-15 centesimi di euro al kg, nonostante l'aumento dei costi per  il caro energia, del gasolio e dei fertilizzanti".  

"Come Acli Terra chiediamo al governo della Regione Siciliana l'adozione di azioni urgenti e significative, tra le quali l'adozione della misura straordinaria della 'Vendemmia verde', cioè l'eliminazione dei grappoli prima della maturazione. Ciò consentirebbe di sgravare i viticoltori dei costi di produzione per arrivare a concludere il ciclo produttivo, assicurando un reddito certo ai produttori. Sottolineo - aggiunge Vecchio - che in molti non hanno ancora ricevuto i pagamenti dell'uva conferita. 

Questa misura regionale potrebbe riequilibrare domanda e offerta,  evitando una sovrapproduzione di uve da vino che, inevitabilmente, farebbe crollare ancor più il prezzo dell'uva con conseguenze nefaste per le aziende, per gli operatori e i loro familiari e, in generale, per tutti coloro che ne traggono reddito con il proprio lavoro", conclude il presidente Acli Terra Agrigento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi del settore vitivinicolo, Acli Terra Agrigento: "Vendemmia verde per sostenere i produttori"
AgrigentoNotizie è in caricamento