Mercoledì, 27 Ottobre 2021

Covid e crisi della filiera agroalimentare, la Cna chiede ai sindaci l’esenzione dei tributi

L’associazione che rappresenta commercianti, artigiani e piccoli imprenditori ha stilato una serie di richieste per aiutare le aziende duramente colpite da lockdown e blocchi

“Aprire si può… sostenere si deve” è lo slogan scelto dagli imprenditori Cna del settore agroalimentare per la giornata di mobilitazione indetta per chiedere agli amministratori comunali un impegno concreto per contrastare la grave crisi della filiera. Ad Agrigento, una delegazione dei dirigenti territoriali dell’associazione che  rappresenta artigiani, commercianti e le piccole e medie imprese ha consegnato una lettera al sindaco Franaco Miccichè e al presidente del consiglio comunale, Giovanni Civiltà. Nella missiva della Cna, si chiedono al Comune, fra le altre cose, anche l’esenzione dei tributi locali per le attività penalizzate dai blocchi dovuti all’emergenza Covid. 

Ristoratori in ginocchio, sindaco aderisce alla protesta di piazza: "Locali aperti fino alle 24"
Ristoratori in ginocchio, sindaco aderisce alla protesta di piazza: "Locali aperti fino alle 24"
Ristoratori in ginocchio, sindaco aderisce alla protesta di piazza: "Locali aperti fino alle 24"

 

Potrebbe interessarti: https://www.agrigentonotizie.it/economia/cammarata-ristoratori-crisi-covid-mangiapane-protesta-palermo.html

“Facciamo pressing sulle amministrazioni comunali – dice dai microfoni di AgrigentoNotizie il segretario della Cna, Claudio Spoto -  affinchè nei limiti delle loro competenze, si facciano carico delle istanze del settore agroalimentare che è in grande difficoltà. Chiediamo, ad esempio, l’esenzione del pagamento della Tari connessa all’operatività dell’impresa ma anche di essere esonerati dai versamenti di tutte le altre imposte come quella sul suolo pubblico e l’Imu”. 

Video popolari

Covid e crisi della filiera agroalimentare, la Cna chiede ai sindaci l’esenzione dei tributi

AgrigentoNotizie è in caricamento