Coronavirus, danni all'economia: ecco le proposte di "Spazio Centro"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

In relazione alle recenti disposizioni che hanno coinvolto anche la nostra regione, nonostante la già profonda situazione di difficoltà economica che perdura da parecchi mesi e si è ulteriormente aggravata in questo primo trimestre del 2020, parecchie imprese del centro storico e non hanno già provveduto alla sospensione delle proprie attività, sia per dare un attivo contributo e piena collaborazione al contenimento dell’emergenza sanitaria in corso, sia perché, ad oggi e crediamo anche per i prossimi mesi, perdurerà una contrazione della domanda che al momento si attesta al 80/85%.

Tale decisione, tuttavia, avrà un ulteriore impatto su tutto il comparto economico che vive già un periodo di profonda e seria difficoltà pertanto, siamo a richiedere l’adozione immediata di chiari e precisi provvedimenti a sostegno di tutte le attività commerciali sul territorio.

Invitiamo l’amministrazione tutta ad intraprendere i necessari colloqui con le autorità preposte, al fine di non sottovalutare l’impatto che tale emergenza potrà avere sul medio/lungo periodo.

Il Consorzio Spazio Centro propone l’adozione di questi provvedimenti:

- moratoria per le imprese di contributi previdenziali e assistenziali, tasse e imposte, rate mutui, prestiti,
esposizioni bancarie a partire da Marzo 2020 e per almeno 12 mesi;
- sgravi contributivi (assistenziali, previdenziali, ecc) per le imprese;
- intese con il sistema bancario per flessibilità nella concessione di fidi e aperture di credito verso le imprese
a tassi agevolati;
- rinvio dei termini e delle scadenze correlati a progetti di investimento finanziati con fondi vari (Europei,
Regionali, ecc);
- possibilità di ricollocazione delle somme ancora a disposizione della Regione Sicilia nei vari obiettivi
tematici destinandole alle misure necessarie al rilancio del settore commerciale a seguito della crisi
sanitaria “Covid-19”
- misure di sostegno alle famiglie attraverso forme di sussidio da destinare alle partite iva;
- attivazione della CIGS in deroga specifica per tutto il settore del commercio;
- abolizione per l’anno in corso dei nuovi indicatori sostituenti gli studi di settore (ISA 2020).

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento