AgrigentoNotizie aiuta le aziende: 100 imprese inserite, oltre 3 mila le telefonate

Chi ha aderito, quali sono state le aziende più cercate, quali le sorprese inaspettate. Il bilancio a un mese dal lancio dell'iniziativa a sostegno del commercio agrigentino

Il delivery come arma di sopravvivenza di massa, l'iniziativa messa in piedi da AgrigentoNotizie e dal gruppo editoriale Citynews come slancio al commercio che resiste ha portato i suoi frutti. A più di due mesi dal lancio degli articoli in cui, giornalmente, abbiamo provato a mappare le attività commerciali agrigentine che in questi due lunghi mesi di lockdown in cui la pandemia legata al Coronavirus ha imposto loro la chiusura si sono dovute arrangiare con le consegne a domicilio, dunque di esserci e di sopravvivere. Grazie ai "contenitori" pubblicati dalla redazione moltissimi lettori si sono trasformati in clienti, chiamando e contattando ogni azienda trovata sul nostro giornale. 

Il commercio che resiste, online e a domicilio

L'idea 

All’inizio di questa emergenza AgrigentoNotizie ha lanciato un’idea per stare al fianco dei tantissimi lavoratori che, costretti a chiudere, si sono aggrappati al delivery e alle consegne posto casa. Una mappa del commercio che resiste (anche se a domicilio) che in più di un mese ha conquistato le aziende che, sul nostro giornale, sono state censite. Poco meno di 100 le attività (non è una lista esaustiva, ma in continuo aggiornamento, chi volesse segnalarla può farlo attraverso questo form), per altrettanti “clic”.

I numeri 

Clic che risultano fondamentali per la misurazione del gradimento di un giornale e che, per i non addetti ai lavori, nel caso specifico delle imprese, corrispondono al numero di telefonate che i nostri lettori hanno effettuato per raggiungere uno scopo: acquistare beni di prima necessità ma non solo online. 

Come ordinare da mangiare a domicilio

Gli articoli con cui AgrigentoNotizie ha lanciato l'iniziativa hanno prodotto in un mese poco meno di 13 mila visite (quello sul cibo a domicilio) e circa 4 mila (quello sulle vendite tra abbigliamento, sanitari, prodotti per la bellezza e il fitness, vivai, ferramenta e colori, negozi di informatica e tanto altro). Altre 12.954 visite totali sono state rilevate sulle singole aziende inserite e ben 3.312 sono state le telefonate ricevute. 

Quello che si può comprare online

Cosa hanno acquistato gli agrigentini 

Se volessimo restituirvi una fotografia di quello che in questi due mesi avete scelto, o meglio, di cui non siete (siamo) riusciti a fare a meno vi diremmo che il cibo vince su tutto. Migliaia le visualizzazioni. E siamo felici che la nostra iniziativa sia stata sposata da tanti altri giornali e anche da altrettanti gruppi social che si sono trasformati in un aggregatore a sostegno di queste imprese. 

Nella top ten degli acquisti a domicilio in testa infatti ci sono un paio di supermercati e una pasticceria. Seguono a ruota un negozio d’informatica, una pescheria e una enoteca. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Paura e contagi fuori controllo nell'Agrigentino, Cuffaro sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento