rotate-mobile
Commercio

Caro carburante, energia e materie prime, Federcomated Confcommercio: "Stabilità lavorativa messa in discussione"

Morreale: "Servono urgenti e concrete misure di sostegno utili a calmierare i prezzi del carburante e delle utenze, altrimenti la sopravvivenza dell’intero settore tornerà in serio pericolo"

Dopo che la legge di bilancio 2022 ha prorogato lo sconto in fattura e la cessione del credito fino al 31 dicembre 2025, sembrava che la situazione per il comparto edile si stesse avviando verso una stabile ripresa. Un bonus, quello del 110%, che vede ambiente, famiglie e Stato vincenti, senza tralasciare il positivo impatto sull'occupazione. Ma le positive ricadute del bonus rischiano di essere vanificate dal caro carburante e dall’aumento del costo di energia e materie prime.

"È indubbio che le difficoltà riscontrate dal comparto in questo periodo sono molto pesanti – denuncia Davide Morreale, presidente di Federcomated Confcommercio Agrigento – e siamo convinti che con la proroga, i nostri commercianti sono meno preoccupati, rispetto a qualche settimana fa quando si palesava il rischio di un blocco totale. Purtroppo la stabilità lavorativa ed economica oggi viene messa nuovamente a dura prova dal caro-carburanti, gas ed energia, che rendono difficilissima la prosecuzione lavorativa. A tal riguardo servono urgenti e concrete misure di sostegno utili a calmierare i prezzi del carburante e delle utenze, altrimenti la sopravvivenza dell’intero settore tornerà in serio pericolo".

Così come del resto dichiarato dal presidente nazionale di Confcommercio, per il quale serve "ridurre il più possibile il peso degli oneri generali di sistema, Iva e accise, che tra l’altro sono le più alte d’Europa", perché si rischia di vanificare l'effetto di investimenti statali che si attendevano da anni, e se si dovesse bloccare tutto, sarebbe il punto di non ritorno.

"Questo grido di allarme, raccolto da Confcommercio - conclude Morreale - registra la preoccupazione di un intero comparto economico che ha sempre rappresentato il volano per l'intero sistema economico. L'auspicio è che venga raccolto da chi ha responsabilità di governo a tutti i livelli, perché mai come adesso, se si blocca l'edilizia, si blocca l'Italia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro carburante, energia e materie prime, Federcomated Confcommercio: "Stabilità lavorativa messa in discussione"

AgrigentoNotizie è in caricamento