Via alle Zes, Pullara: "Una grande opportunità di sviluppo e occupazione"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

"Il ministro per il sud e la coesione territoriale Giuseppe Provenzano ha firmato il decreto istitutivo delle (ZES) zone economiche speciali.

Si tratta di una grande occasione di sviluppo economico imprenditoriale ed occupazionale ".

Lo dichiara il deputato regionale l'On. Carmelo Pullara capogruppo Popolari e Autonomisti all'Ars.

"Apprendo con enorme soddisfazione  della firma del decreto istitutivo delle due zone Economiche Speciali(ZES) in Sicilia ,da parte del ministro  per il Sud Provenzano.

Io mi ero già interessato ed ero intervenuto permettendo di fare un passo in avanti per la definitiva istituzione delle due zone economiche siciliane con l'approvazione della proposta integrativa al Piano di sviluppo strategico delle ZES e la conseguente attribuzione agli Enti Locali idonei della superficie non ancora assegnata in prima battuta.

Per la provincia Agrigento -spiega Pullara- entrano a far parte della ZES Sicilia Occidentale le zone di Aragona-Favara, il porto di Licata, Marsala, Palma di Montechiaro, Porto Empedocle (con il porto e il retro-porto), Ravanusa,

Ma non è stato purtroppo riconosciuto l'ingresso nella ZES di Campobello di Licata, seppur ha avanzato richiesta. Mentre rimane l’amaro in bocca per la mancata istanza di inclusione che sarebbe dovuta pervenire dal Sindaco Galanti e sua giunta per la zona artigianale di Licata, facendo così perdere una importante opportunità  a Licata e quindi ai suoi imprenditori come da me già segnalato il 23 dicembre del 2019.

Oggi sono particolarmente soddisfatto - dichiara Pullara-di questa firma che la Sicilia aspettava da tempo .

Le Zes rappresentano una grande opportunità per lo sviluppo regionale.

Con le ZES si rendono vantaggiosi gli investimenti in Sicilia attraverso il credito d'imposta, gli sgravi fiscali, le agevolazioni sul lavoro, gli ammortamenti per le aziende. Nei prossimi tre anni per il Mezzogiorno, infatti – ha precisato Pullara - saranno disponibili duecentocinquanta milioni di euro per agevolazioni e cinquanta dovrebbero essere destinati alla Sicilia, le zone individuate avranno, quindi, l’obiettivo di valorizzare le aree produttive e anche alcune aree interne, strettamente interconnesse dal punto di vista economico e funzionale alle infrastrutture esistenti e alle aree immediatamente contigue.

Nei prossimi tre anni per il Mezzogiorno infatti saranno disponibili 250 milioni di euro per agevolazioni e 50 dovrebbero essere destinati alla Sicilia,le zone individuate avranno,quindi,l'obiettivo di valorizzare le aree produttive  e anche alcune aree interne.

Ora toccherà – conclude Pullara – alla Sicilia ed al suo tessuto imprenditoriale approfittare arrivando nel giusto momento di rilancio dopo il lockdown da coronavirus.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento