Economia

Bonus vacanze "potenziato" e più ristori: le novità del Sostegni bis

Il pacchetto di misure da 40 miliardi di euro dovrebbe arrivare al Consiglio dei ministri all'inizio della prossima settimana: ecco le new entry che potrebbero trovare spazio nella versione finale del documento

Potrebbe essere lunedì prossimo (o al massimo martedì) il giorno 'x' per il varo del decreto Sostegni bis, il nuovo pacchetto di misure su cui sta lavorando il governo Draghi per aiutare la ripartenza economica. In attesa di capire quando arriverà il via libera per il dl, sono diverse le novità che potrebbero trovare spazio nella versione finale del testo. Una di queste riguarda il bonus vacanze, che dovrebbe essere potenziato per non ripercorrere il flop dello scorso anno. Inoltre, l'esecutivo sta valutando l'idea di aumentare contributi a fondo perduto e di introdurre delle misure per rilanciare l'occupazione. Vediamo quindi nel dettaglio quali sono le possibili novità del decreti Sostegni bis, che porta in dote circa 40 miliardi di euro.

I ristori in due tempi

Lo schema dei ristori in due tempi (acconto in automatico e conguaglio sulla base delle perdite effettive a fine anno) farebbe aumentare la spesa dai 14 miliardi preventivati in precedenza a quasi 18 miliardi. Per le coperture il governo dovrebbe attingere dai circa 2 miliardi di risparmi del dl Sostegni 1, mentre gli altri 2 miliardi mancanti andrebbero reperiti in altri risparmi o tra le pieghe del bilancio. Nel dettaglio, lo schema dei sostegni dovrebbe prevedere: un primo esborso automatico sulla base dei parametri stabiliti in precedenza ed un saldo a fine anno legato alle perdite iscritte a bilancio o contabilizzate in dichiarazione dei redditi con attenzione al dato del margine operativo lordo e all'utile. Il governo studia un'indennità extra per le categorie rimaste chiuse anche nel mese di maggio, come ad esempio i ristoranti senza spazio all'aperto.

Il bonus vacanze potenziato

È allo studio un potenziamento del bonus vacanze introdotto nel 2020 e prolungato dal decreto Milleproroghe fino al 31 dicembre 2021. La misura indirizzata alle famiglie con Isee entro i 40mila euro ed utilizzabile da un solo membro della famiglia, ha riscosso scarso successo: dei 2,6 miliardi stanziati sono stati usati 840 milioni. Per facilitarne l'uso è allo studio la possibilità di applicare lo sconto non solo nelle strutture ma direttamente all'acquisto in agenzie viaggio o tramite tour operator e l'ipotesi di 'spezzettarlo' e spenderlo in più strutture o per più vacanze.

Prestiti agevolati per le imprese 

Il governo lavora ad una proroga delle misure introdotte nel dl Liquidità lo scorso anno, in piena pandemia. I prestiti agevolati con garanzia Sace o Fondo pmi verrebbero estesi fino al 31 dicembre dall'attuale scadenza del 30 giugno. Per i prestiti fino a 30mila euro con garanzia del Fondo pmi il rimborso verrebbe esteso dagli attuali 6 anni a a dieci, ma l'attuale garanzia al 100% scenderebbe al 90%.

La ''cassetta degli attrezzi'' per salvare l'occupazione

Il ministro del Lavoro Andrea Orlando lavora ad un pacchetto di misure 'una cassetta degli attrezzi' per proteggere e rilanciare l'occupazione. Tra questi anche strumenti che coinvolgono le parti sociali per fare in modo che "con la contrattazione si gestiscano le crisi senza ricorrere ai licenziamenti. Sono attrezzi - ha detto Orlando- di una cassetta necessaria per affrontare il passaggio che ci troviamo di fronte". Tra le proposte dem circolate nei giorni scorsi per il pacchetto lavoro, il potenziamento dei contratti di espansione e interventi di rioccupazione con contratti specifici per aiutare le categorie più colpite come turismo, ristorazione, lavoratori agricoli e spettacolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus vacanze "potenziato" e più ristori: le novità del Sostegni bis

AgrigentoNotizie è in caricamento