menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lillo Firetto, sindaco di Porto Empedocle

Lillo Firetto, sindaco di Porto Empedocle

Rigassificatore, arriva il "Bonus energia" per le famiglie di Porto Empedocle

Si tratta di un contributo annuale che i nuclei familiari riceveranno in base ad alcuni criteri stabiliti dal Comune. Intanto continuano i lavori propedeutici all'apertura del cantiere. Firetto: "Crescita Sicilia? Ancora tanto lavoro da fare"

Sono già iniziati da diverse settimane i lavori propedeutici (foto) all'apertura del cantiere per la realizzazione dell'impianto di rigassificazione a Porto Empedocle. "Entro quest'anno potrebbero iniziare i lavori di costruzione" ha detto il sindaco Lillo Firetto, che stamani ha presentato alla stampa il "Bonus energia", del quale usufruiranno circa 2000 famiglie empedocline. 

Si tratta di un contributo annuale che i nuclei familiari riceveranno in base ad alcuni criteri stabiliti dal Comune: per le famiglie composte da una o due persone il contributo sarà di 63 euro; da tre a quattro componenti 81 euro; oltre i quattro componenti 139 euro. Bonus in bolletta anche per le famiglie nelle quali vi sono presone in gravi condizioni di salute, tali da richiedere apparecchiature terapeutiche sempre attive. 

"Siamo riusciti in 6 anni di amministrazione ad avere la Tarsu e l'Imu più basse della provincia. Adesso ha detto Firetto - anche questo provvedimento, che si inserisce nelle misure compensative del rigassificatore. L'iter lungo 6 anni per la realizzazione di questo impianto ci deve fare riflettere quando parliamo di crescita della Sicilia. Se per fare un rigassificatore ci vuole più di mezzo decennio, mentre le richieste occupazionali del territorio sono precise, vuol dire che abbiamo ancora tanto lavoro da fare per cambiare questa terra". 

Intanto continuano i lavori propedeutici all'apertura del cantiere (foto). In queste settimane si sta lavorando per rinforzare la banchina che costeggia l'area destinata al rigassificatore, al fine di impedire l'ingresso di acqua. Terminato questo lavoro, che sta costando circa dieci milioni di euro, si potrà dare inizio alle opere di costruzione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento