Domenica, 1 Agosto 2021
Economia

L'Asp ha messo in vendita il suo "tesoro": ecco da cosa è composto e come fare

L'azienda sanitaria provinciale: "Le dichiarazioni di interesse, in plico chiuso, dovranno arrivare entro le ore 13 del 31 maggio"

L’Asp ha messo in vendita – ad Agrigento e in provincia, così come nel Palermitano, - le sue proprietà immobiliari: terreni e fabbricati. E sono ben 45. “Gli immobili saranno trasferiti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come fino ad oggi goduti e posseduti o nella disponibilità dell’Asp” – hanno reso noto dall’azienda sanitaria provinciale di Agrigento che è, appunto, proprietaria di un cospicuo patrimonio, ad essa attribuito con decreto del presidente della Regione Siciliana. Patrimonio che comprende gli immobili utilizzati per finalità istituzionali: sede di presidi e di servizi sanitaria e uffici amministrativi e immobili non suscettibili di utilizzo, fra cui diversi fabbricati da reddito e un buon numero di fondi rustici. “Le dichiarazioni di interesse, in plico chiuso, dovranno arrivare – scrivono dall’azienda sanitaria provinciale di Agrigento – entro le ore 13 del 31 maggio. E devono essere indirizzate al servizio Economico-Finanziario e Patrimoniale, viale Della Vittoria”. Le istanze dovranno essere redatte in carta bollata da 16 euro e dovranno essere sottoscritte dal richiedente, pena esclusione dalla procedura. “L’aggiudicazione avverrà – spiegano dall’azienda sanitaria provinciale - ad esclusiva discrezione dell’Asp previa valutazione della congruità dell’importo offerto”.

L'Asp vuole fare "cassa" e mette in vendita le sue proprietà

In vendita c’è ad Agrigento, in contrada Ciavolotta, l’ex dispensario antitubercolare che ha una superficie di 750 metri quadrati; un magazzino in via Atenea di 17 metri quadrati, rendita catastale 778,77 euro; un fabbricato in vicolo Fornai, ex Tracomatosario, di 197 euro, rendita catastale 1.417.67 euro; un complesso immobiliare a Cammarata: l’ex oratorio dei Turchini che si trova tra via San Vito e largo Turchino; un fabbricato in salita Maggio sempre a Cammarata di 16 metri quadrati, rendita catastale di 12,40 euro; un fabbricato in via Sant’Agostino di 13 metri quadrati, rendita catastale 10,07 euro. In vendita anche un fabbricato, in piazza Mazzini a Casteltermini, l’ex Tracomatosario, 400 metri quadrati di superficie; un fabbricato di piazza Loreto, a Licata, l’ex Antitubercolare; un fabbricato in viale Della Vittoria a Menfi di 989 metri quadrati; un fabbricato di 33 metri quadrati in piazza Delle Stigmate a Palermo; due unità immobiliari in cortile Maestro Carlo, sempre a Palermo ed ancora una unità immobiliare in via Vittorio Emanuele. In vendita pure un fabbricato in via Contessa I a Roccamena; un altro in via Principe Amedeo e infine un fabbricato a Sciacca, in via Giotto, l’ex Antitubercolare, che ha una superficie di 1.290 metri quadrati.

Sei i fondi rustici e terreni messi in vendita a Cammarata, fra le contrade Lupa, Piano D’Amata, San Lorenzo, Saraceno, Sopra la Scala. Alcuni sono terreni da pascolo, altri sono uliveti o seminativi. Due i fondi rustici da alienare nelle contrade Cavallaro e Miccina a Contessa Entellina; quattro invece a Menfi fra le contrade Cavarretto, Soccorso. Uno il terreno in vendita a Monreale, uno a Partinico, uno in contrada Pernice a Racalmuto, uno in contrada Cultrera a San Giovanni Gemini e quattro, invece, fra le contrade Cava Cannitella, Gruppiddi, Gulotti e San Liborio a Santa Margherita Belice.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Asp ha messo in vendita il suo "tesoro": ecco da cosa è composto e come fare

AgrigentoNotizie è in caricamento