rotate-mobile
Economia Aragona

La situazione finanziaria di Aragona è impietosa, il sindaco: "Debiti per 7 milioni di euro"

Peppe Pendolino ha fatto "radiografare" lo stato di salute economico dell'ente: "Riscontrata anche un’evasione fiscale di circa il 35 per cento"

È impietosa la situazione finanziaria del comune di Aragona. Stando al primo resoconto voluto dall’amministrazione guidata dal sindaco Peppe Pendolino, il quadro economico è infatti tutt’altro che positivo: “Come annunciato in campagna elettorale, ho chiesto subito di fare delle relazioni sullo stato finanziario del Comune – ha spiegato il primo cittadino in conferenza stampa - . Così abbiamo scoperto di avere debiti verso fornitori di più di 7 milioni e 100mila euro di cui 3 milioni e 700mila euro sono per liquidazioni di atti già in giacenza mai pagati per mancanza di liquidità, mentre il resto sono per fatture non saldate. Abbiamo inoltre un anticipo di tesoreria - aggiunge - di oltre 3 milioni di euro.

Il quadro economico negativo offre però altri scenari che riguardano un tema che ha interessato molti cittadini, ovvero gli anticipi per la costruzione delle gentilizie per l’ampliamento del cimitero: “Oltre a questi dati – continua Pendolino - abbiamo riscontrato anche che alcuni fondi sono stati svincolati per esigenze di liquidità e un milione di euro che derivano dalle somme versate per le gentilizie sono stati utilizzati invece per i contratti e le spese del Comune. A questo vanno aggiunti circa 1 milione e 300 mila euro di debiti fuori bilancio, dovuti a procedimenti legali. In totale abbiamo una situazione in negativo di circa 13 milioni di euro”.

Quanto redatto dal sindaco e dai funzionari che hanno fatto un primo resoconto sullo stato di salute del Comune riguarda anche le tasse pagate e quelle evase: “Abbiamo anche riscontrato un’evasione di circa il 35%, dal 2012 ad oggi abbiamo un credito di circa 7 milioni. Noi ci prendiamo l’impegno di riscuotere queste somme, considerando che in totale abbiamo un ammanco di 10 milioni di liquidità. Non abbiamo ancora approvato il consuntivo - continua il sindaco - e quindi quest'anno non sono arrivati soldi. Era doveroso comunicare la situazione, però siamo fiduciosi perché lotteremo contro l’evasione e l’elusione fiscale. Questo è un inizio di trasparenza e ci impegneremo per migliorare la situazione. Io - conclude Pendolino - non voglio additare colpe a nessuna delle amministrazioni precedenti ma mi sentivo in dovere di fare chiarezza. Nonostante tutto voglio tranquillizzare tutti perché i servizi verranno comunque forniti da questo comune.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La situazione finanziaria di Aragona è impietosa, il sindaco: "Debiti per 7 milioni di euro"

AgrigentoNotizie è in caricamento