Aragona, dalla Regione ecco un milione e seicentomila euro per restaurare due chiese

Lo stanziamento dell'assessorato alle Infrastrutture prevede anche l'abbattimento delle barriere architettoniche

La piazza principale di Aragona

"Per Aragona arrivano dal governo Musumeci nel complesso poco più di un milione e seicentomila euro per restituire decoro e sicurezza a due preziose chiese del paese, Chiesa Madonna del Carmelo e la Chiesa Beata Maria Vergine della Mercede".

Lo ha detto l'assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, a seguito della firma da parte del direttore del dipartimento Infrastrutture Fulvio Bellomo dei decreti riguardanti i due edifici religiosi del Comune di Aragona e del Palazzo Principe, sede dell'Opera Pia “Istituto Principe di Aragona”.

"Il Dipartimento Infrastrutture - prosegue Falcone - ha formalizzato i decreti che stanziano 800mila euro per il restauro e l'abbattimento delle barriere architettoniche della Chiesa Madonna del Carmelo, mentre la cifra destinata al restauro conservativo e al miglioramento strutturale della seconda chiesa è di 880mila euro. A questi fondi, si aggiungono altri 799mila euro per il restauro architettonico degli infissi esterni e la manutenzione della copertura del Palazzo Principe di Aragona".

L'assessore aggiunge: "Il programma di rilancio e recupero del patrimonio architettonico storico e religioso avviato dal Governo Musumeci tocca così Aragona, oltre ad altri centri della provincia di Agrigento. Grazie a questi fondi, diamo impulso alla riqualificazione dei punti di riferimento urbanistici e architettonici delle comunità locali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, nel "valzer" di guarigioni e nuovi contagi c'è una nuova vittima: è un grottese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento