"Scarse informazioni sulle azioni", banca risarcisce danno ad un correntista

L'arbitro per le controversie finanziarie, istituito alla Consob, ha accolto il ricorso degli avvocati

Lo sportello di una banca (foto ARCHIVIO)

L' Acf (Arbitro per le controversie finanziarie), istituito presso la Consob - Commissione nazionale per le società e la borsa - ha accolto il ricorso degli avvocati Giuseppe Accolla e Pier Luigi Cappello condannando una banca popolare a carattere regionale a risarcire il danno cagionato ad un cliente per non averlo correttamente informato all'atto della sottoscrizione circa la natura illiquida delle azioni vendute.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La decisione - commentano gli avvocati Giuseppe Accolla e Pier Luigi Cappello è uno dei tanti punti di criticità nei rapporti tra la banca e la propria clientela: la vicenda - spiegano - nasce da un investimento azionario proposto ad un cliente correntista non informato adeguatamente circa la natura e le caratteristiche dello strumento finanziario, condannando la banca al risarcimento del danno pari al valore dei titoli venduti. Nel caso, l'Acf ha accolto l'eccezione di ritenere comunque insufficiente la mera sottoscrizione da parte del cliente del prospetto informativo per ritenere assolto l'obbligo informativo gravante sull'istituto di credito ai sensi della normativa vigente. Si tratta di una decisione - affermano i legali - che costituisce un importante precedente che finalmente costituisce il giusto riconoscimento dell’attività dei sottoscritti che da tempo si battono, e continueranno a farlo, per la tutela degli interessi e dei diritti dei più deboli". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • "Feroce" rissa davanti ad un ufficio postale, la Mobile evita il peggio: tre denunciati

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • Grigliata notturna fra amici e assembramenti: 10 sanzioni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento