Attività agricole, arriva il bando: in ballo 200mila euro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

L’Ufficio Europa del Comune di Licata comunica che l'Assessorato all'Agricoltura della Regione Sicilia ha pubblicato il bando di cui all'oggetto,  dedicato alla realizzazione di agriturismo, fattorie didattiche ecc, con una  dotazione finanziaria di € 20.000.000.

La misura 6.4.A  ha come obiettivo la diversificazione delle attività agricole verso attività extra- agricole, al fine di incrementare sia la redditività che la dimensione economica delle suddette imprese che diversificano le proprie attività, mediante  la diffusione delle attività agrituristiche, attraverso l’implementazione di servizi informativi, redazione di brochure, investimenti in strutture per attività ricreative, sportive e culturali, per attività di ospitalità e di ristorazione (purché congiunta a quella di ospitalità), nonchè mediante la realizzazione di investimenti rivolti alla didattica.  E' possibile, pure, incentivare la realizzazione di interventi mirati alla creazione di nuove attività e all’ampliamento di quelle esistenti, attraverso la ristrutturazione, recupero, riqualificazione e adeguamento delle strutture aziendali.

In sintesi, si punta al miglioramento delle prestazioni economiche delle aziende agricole, incoraggiandone la ristrutturazione e l'ammodernamento e puntando all’orientamento al mercato. Del bando potranno beneficiare  gli  agricoltori e i coadiuvanti familiari come definiti ai sensi dell’art.2135 del Codice Civile.

 I settori di intervento sono: Le attività di agriturismo, compresa la didattica, e attività di ristorazione, purché congiunta a quella di ospitalità;  i servizi per l’agriturismo relativi alla attività informativa, alle attività sportive, ricreative e culturali; attività, finalizzate al potenziamento dell’attività agrituristica, relative al campo delle tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni (TIC) anche mediante attivazione di servizi di e-commerce o l’utilizzo di nuovi strumenti digitali; le aziende/fattorie didattiche.

Tra gli investimenti ammissibili figurano la ristrutturazione, recupero riqualificazione e adeguamento di fabbricati e manufatti aziendali esistenti, e delle relative aree di pertinenza, per la diversificazione delle attività agricole verso attività extra-agricole; attrezzature specifiche e necessarie per l'attività sociale nell'ambito di un progetto di agricoltura sociale; la installazione e ripristino di impianti termici e telefonici dei fabbricati, nonché la realizzazione di servizi e dotazioni durevoli necessari per l’attività da realizzare; la realizzazione di opere connesse al superamento di barriere architettoniche e di prevenzione dei rischi, rientranti nelle investimenti riguardanti il miglioramento del bene immobile, con conseguente innalzamento del livello di fruibilità.

Il sostegno previsto in tutta l’operazione è concesso con un contributo a fondo perduto del 45% per le piccole e micro imprese, e del 35% per le medie imprese. Il massimale di investimento ammissibile è di 1.000.000,00 di euro per azienda singola o associata. Nella "finestra" del 2017 in regime de minimis il contributo a fondo perduto era pari al 75% dei costi ammissibili ed aveva un contributo massimo per azienda di € 200.000.  Infine, si fa presente che le domande di partecipazione al bando potranno essere caricate sul portale SIAN di AGEA dal 20/09/2018 al 20/12/2018.
 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento