Sabato, 13 Luglio 2024
Economia Santo Stefano Quisquina

“Acqua Vera”, inaugurata nuova linea d’imbottigliamento a Santo Stefano Quisquina: è la più avanzata in Sicilia

Sgorga dai monti Sicani ed è la prima acqua nazionale imbottigliata nell’isola. La storia della famiglia Quagliolo che ha ottenuto la cessione del marchio da Nestlè

Sgorga dai monti Sicani a mille metri d’altezza ed è la prima acqua nazionale imbottigliata in Sicilia. Si tratta dell’ormai celebre “Acqua Vera” che oggi potrà contare su una nuovissima linea d’imbottigliamento nello stabilimento di Santo Stefano Quisquina. Un fonte purissima, e per giunta in odor di santità: siamo  in un vero angolo incontaminato nella terra che leggenda vuole sia stata il primo eremo di Santa Rosalia.

Il prodotto “Aqua Vera” oggi genera 65 milioni di fatturato con oltre 450 milioni di bottiglie prodotte e un investimento di 6 milioni di euro. Da oggi lo stabilimento in provincia di Agrigento produrrà anche il formato da mezzo litro.

La società fa capo alla famiglia Quagliuolo, già proprietaria di S.I.Con, azienda specializzata nella produzione di preforme PET e tappi per acque minerali e bibite. I Quagliuolo sono da tempo legati alla Sicilia: alla fine degli anni Cinquanta hanno lavorato nel settore di costruzione e montaggio di impianti industriali. Successivamente hanno sviluppato la produzione di preforme di PET in uno stabilimento che in precedenza era a supporto della raffineria di Milazzo. Oggi la nuova avventura a Santo Stefano di Quisquina.

L’acqua VERA, il cui marchio è stato ceduto alla famiglia Quagliuolo dal gruppo Nestlè, viene prodotta in uno stabilimento di 20 mila metri quadrati che dà lavoro a 30 persone, con le preforme di PET e i tappi prodotti da S.I.Con. Insomma l’integrazione verticale del processo, autonomo in ogni suo passaggio, che conta su attrezzature di ultima generazione che garantiscono la migliore efficienza sotto il profilo industriale riducendo gli sprechi energetici e l'impatto ambientale.

Lo stabilimento di Santo Stefano di Quisquina, così come quello di Castrocielo in provincia di Frosinone, sono all'insegna della sostenibilità, dotati di impianti fotovoltaici per consentire la produzione autonoma di energia elettrica e una minore emissione di Co2 nell'aria. 

“Acqua Vera è l'unica acqua nazionale prodotta in Sicilia – dice l'amministratore delegato di Aqua Vera spa, Fabrizio Quagliuolo – con l'obiettivo dichiarato di offrire ai consumatori un prodotto locale di qualità elevatissima. Acqua Vera nasce nel 1979 a Padova e quando Nestlè ha rilevato il marchio, ha realizzato gli stabilimenti di Castrocielo e di Santo Stefano di Quisquina. Dopo la nostra acquisizione abbiamo deciso di investire in un impianto che è oggi il più tecnologicamente avanzato in Sicilia per la produzione di acqua minerale. Questa operazione, di ampia valenza strategica, ci consente di rafforzare il progetto multifonte, raggiungendo in maniera ancora più diretta e sostenibile i consumatori siciliani. Crediamo fortemente nelle potenzialità del nuovo stabilimento che, con una produzione di circa 220 milioni di litri di acqua minerale, avrà un impatto positivo sul territorio in termini di occupazione, sviluppo economico, valorizzazione del patrimonio locale e crescita sostenibile. L’acqua Vera è presente ovunque nella grande distribuzione, e non è stato facile. Abbiamo trovato persone che hanno dato fiducia a questa che in fondo era una startup, che hanno creduto si potesse andare avanti bene anche fuori dal marchio Nestlè”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Acqua Vera”, inaugurata nuova linea d’imbottigliamento a Santo Stefano Quisquina: è la più avanzata in Sicilia
AgrigentoNotizie è in caricamento