rotate-mobile
Dossier Il futuro della musica all'ombra dei monumenti

Siti archeologici troppo “costosi” e organizzatori di grandi eventi in fuga: i concerti estivi rischiano di sparire

Con il decreto del ministero dei Beni culturali, che aumenta i canoni di locazione, diventa assai più complicato rientrare nelle spese ed evitare il “flop”, anche affidandosi ad artisti molto popolari. Ecco quanto deve spendere oggi un organizzatore, con la paura di rimanere con le tasche vuote o addirittura indebitato appena si spengono i riflettori

E’ davvero un paradosso pensare che i grandi eventi musicali all’ombra dei templi possano sparire o comunque ridimensionarsi notevolmente alla vigilia di Capitale italiana della cultura 2025. I concerti che vedono protagonisti i grandi nomi della musica dovrebbero anzi moltiplicarsi ed essere già dentro cartelloni ben programmati, già pronti ad essere divulgati e pubblicizzati...

Il contenuto è riservato agli abbonati.

Caricamento in corso: attendi un istante...

Si è verificato un errore: prova ad aggiornare il tuo browser.

Il tuo abbonamento è in corso di attivazione: attendi qualche istante.
Prova ad aggiornare questa pagina | Gestisci il tuo abbonamento
A causa di un problema non è stato possibile ottenere gli abbonamenti disponibili: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento
Non ci sono abbonamenti disponibili al momento: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento

Potrebbe interessarti

AgrigentoNotizie è in caricamento