Mercoledì, 17 Luglio 2024
Dossier Traditi dallo Stato

Hanno perso tutto per un sospetto, chi sono le "vittime" agrigentine delle interdittive antimafia

Un provvedimento amministrativo, nato per arginare la presenza di aziende in odor di mafia, ha negli anni colpito ditte che nulla avevano a che fare con il malaffare. Un'imprenditrice racconta il suo caso a Dossier: "Ho perso tutto per una parentela, nessuno mi ha mai chiesto scusa". Un avvocato: "Va rivisto il modo in cui si realizzano le istruttorie"

Prevenire è meglio che curare. Il famoso jingle pubblicitario è entrato ormai nei comuni modi di dire e, certamente, si applica alla perfezione a un tema come il contrasto alla criminalità organizzata. Esiste però uno strumento "anticipatorio", finalizzato appunto a prevenire l'ingerenza della mafia in appalti pubblici o nell'accesso a risorse provenienti dallo Stato, dalla Regione...

Il contenuto è riservato agli abbonati.

Caricamento in corso: attendi un istante...

Si è verificato un errore: prova ad aggiornare il tuo browser.

Il tuo abbonamento è in corso di attivazione: attendi qualche istante.
Prova ad aggiornare questa pagina | Gestisci il tuo abbonamento
A causa di un problema non è stato possibile ottenere gli abbonamenti disponibili: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento
Non ci sono abbonamenti disponibili al momento: riprova più tardi.
Gestisci il tuo abbonamento
Sullo stesso argomento

Potrebbe interessarti

AgrigentoNotizie è in caricamento