La ricetta originale del cocktail bevuto da Ernest Hemingway

Il mojito è in assoluto uno dei drink più bevuti in estate. Scopriamo la ricetta tradizionale cubana

Inutile negarlo, il mojito è senza alcun dubbio il drink più bevuto di sempre. Questo cocktail è il protagonista indiscusso della movida, e seppur per adesso se ne svolga davvero poca, è un piacevole preludio alla cena che possiamo prepararci anche in casa; una mistura caraibica fresca e dissetante che stimola e solletica, che piace a tutti gli appassionati del buon bere e non solo; non esiste barman che non sappia preparalo; certo poi saperlo fare a regola d’arte è un’altra cosa.

La storia

Lontano discendente del Draque (il drago), una bevanda cubana alcolica del XVI secolo a base di zucchero di canna, succo di lime, foglie di yerbabuena, una pianta aromatica,  e di aguardiente, una particolare acqua vite prodotta dalla canna da zucchero, il mojito così come lo conosciamo noi oggi risale a un periodo più recente. Più precisamente alla seconda metà dell’Ottocento, quando Facundo Bacardi Massó, con l’aiuto del franco-cubano José Leòn Boutellier, mise a punto un nuovo sistema per produrre il rum dal succo della canna da zucchero, ottenendo così un prodotto più raffinato, morbido e aromatico per sostituire l’acqua vite.

Benché facente parte della categoria dei cocktail a base di foglie di menta fresca tanto amati dai bartender, è tuttavia un drink, secondo i cubani, di rango decisamente basso, forse annacquato dall’eccessivo successo modaiolo. Più realisticamente, dalla bipolarità tra la ricetta originale del mojito e quella più diffusa. Come tutti credono, il Mojito viene preparato con zucchero di canna grezzo, spicchi di lime e foglie di menta pestati, ghiaccio tritato e tanto rum scuro. Invece no: questa è la versione beach party da bere tanto apprezzata.

La ricetta

Ecco allora la ricetta originale per preparare il vero mojito come vuole la tradizione cubana:

  • 2,5 cl di succo fresco di lime
  • un cucchiaio da tè di zucchero di canna bianco
  • foglie di menta
  • 5 cl di rum bianco cubano
  • 9 cl c.a. di soda

In un bicchiere alto e stretto spremere il succo di mezzo lime, aggiungere un cucchiaio da tè di zucchero di canna bianco. Mescolare finché lo zucchero non si sia sciolto completamente. Aggiungere qualche foglia di meta ben pulita, il consiglio è di battere le foglie tra le mani per sprigionare al meglio il suo profumo. Aggiungere rum bianco cubano, ghiaccio a cubi e non trito a la soda a chiusura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, nel "valzer" di guarigioni e nuovi contagi c'è una nuova vittima: è un grottese

  • Scoppia una maxi rissa a Porto Empedocle, più feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento