La ricetta tradizionale dei buccellati

I piccoli scrigni ripieni di fichi, mandorle e cioccolato. Ecco la ricetta tradizionale da portare sulle nostre tavole per le festività natalizie

Abbiamo iniziato a parlare delle tipiche ricette della tradizione natalizia siciliana e continuando su questa scia oggi tocca ai buccellati,  i tipici biscotti di pasta frolla farciti con un ripieno a base di fichi secchi, mandorle e uva passa. Non esiste zona dell’Isola dove non vengano preparate queste prelibatezze ed a seconda della zona hanno denominazioni diverse: cucciddativucciddatigucciddati o ucciddati ,ma quasi sempre caratterizzati da un ripieno a base di fichi secchi.

C’è chi li decora con semplice zucchero a velo, chi invece li arricchisce con granella di pistacchi e frutta candita. La forma è quasi sempre monoporzione, come un piccolo scrigno pieno di sapore, ma ne esistono alcune versioni tipiche del pranzo di Natale o comunque di preparazioni domestiche, fatte a forma di ciambella da tagliare a fette e compartire a tavola.

La farcitura classica è a base di fichi secchi, mandorle, uva passa e cioccolato, ma ne esistono alcune variati ripiene di zuccata e marmellata.

E’ un dolce che oltre che essere esposto in bellavista nelle vetrine delle pasticcerie, lo ritroviamo anche dal nostro panettiere di fiducia; questo perché anticamente la tradizione prevedeva che la cottura dei buccellati avvenisse fatta nel forno a legna del panificio e quindi, le famiglie una volta preparati i biscotti in casa, li portavano al forno per farli cuocere

La ricetta

Preparare i buccellati è piuttosto laborioso, di solito il lavoro di distribuisce due giorni; il primo giorno dedicato alla “conza”, ovvero il ripieno, il secondo è dedicato all’impasto e all’assemblaggio.

Ingredienti

  • 500 grammi farina
  • 150 grammi zucchero semolato
  • 150 grammi strutto
  • 5 grammi ammoniaca per dolci
  • miele
  • Marsala
  • 400 grammi fichi secchi
  • 50 grammi mandorle
  • 50 grammi noci
  • 50 grammi nocciole
  • 50 grammi cioccolato fondente
  • bacca di vaniglia
  • 1 limone non trattato scorza
  • 1 arancia biologica scorza
  • stecca di cannella ridotta in polvere

Mettete in una ciotola i fichi secchi e lasciateli ammorbidire con 2-3 cucchiai di acqua per un giorno. L’indomani aggiungete del Marsala ai fichi, se piace, e tritateli con un robot da cucina, quindi ricoprite con la pellicola e mettere da parte. Tritate grossolanamente mandorle, noci, nocciole; unite la scorza di limone e d’arancia, la cannella in polvere. Riunite ai fichi in un tegame e amalgamate con 2-3-cucchiai di miele. Cuocete per qualche minuto, aggiungendo se serve un po’ di acqua per ottenere un composto omogeneo. Quando il ripieno sarà ben raffreddato aggiungete il cioccolato a pezzetti.

Impastate la farina con lo zucchero, lo strutto, 2-3 cucchiai di miele, i semi della vaniglia, l’ammoniaca e l’acqua necessaria per ottenere un composto omogeneo. Avvolgete l’impasto in pellicola e lasciatelo riposare in frigo per circa 30 minuti. Stendete la pasta in una sfoglia non troppo sottile e ricavatene un cerchio dove distribuire al centro il ripieno. Chiudete a mezzaluna o a ciambella, incidete la superficie in 3 punti formando un decoro che lascia intravedere il ripieno.

Mettete il buccellato in forno a 200° per 30-40 minuti e infine, quando i dolci saranno freddi guarnite con zucchero a velo e cannella in polvere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento