rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Le previsioni

Meteo, weekend dai due volti: sabato molto mite, poi fase fredda e instabile

I primi segnali di cambiamento si faranno strada dal pomeriggio-sera di sabato a partire dai settori meridionali e occidentali dell’Isola per l’avamposto di un sistema nuvoloso, che potrebbe dar luogo a qualche breve e occasionale piovasco sulla provincia

Una temporanea rimonta dell’anticiclone garantirà sulla Sicilia condizioni di tempo stabile, asciutto e per larghi tratti soleggiato tra venerdì e la prima parte della giornata di sabato. A preannunciarlo sono i meteorologi di 3bmeteo.com. Faranno eccezione solo delle velature di passaggio e occasionali banchi di nebbia o foschia nottetempo e all’alba nelle valli interne e sugli Iblei. Il rinforzo della ventilazione sudoccidentale favorirà un generale rialzo delle temperature, più marcato sulle province ioniche: sotto la spinta del Ponente e del Libeccio, le massime potranno varcare la soglia dei 25-27°C nella Piana di Catania e nel Siracusano; valori diurni molto miti e prevalentemente compresi tra 22 e 24°C anche a Palermo e Messina, prossimi ai 19-20°C ad Agrigento. I primi segnali di cambiamento si faranno strada dal pomeriggio-sera di sabato a partire dai settori meridionali e occidentali dell’Isola per l’avamposto di un sistema nuvoloso, che potrebbe dar luogo a qualche breve e occasionale piovasco su Trapanese, Agrigentino e Nisseno.

Da domenica irrompe un nuovo impulso freddo

Secondo le previsioni di 3bmeteo.com, nel corso della Domenica delle Palme si concretizzerà un deciso peggioramento del quadro meteorologico: dopo una mattinata ancora nel complesso discreta, a partire dal pomeriggio un impulso d’aria artica – associato ad un minimo di bassa pressione in approfondimento sul Tirreno – scalzerà l’egida anticiclonica, apportando rovesci e rapidi temporali sulla Sicilia, più organizzati su Trapanese, Palermitano, Nisseno e Messinese e un primo sensibile calo termico. Per l'isola si aprirà una fase instabile, assai più fredda e ventosa, destinata a protrarsi quantomeno fino a metà settimana.

Tra il 3 e il 4 aprile, in particolare, la circolazione depressionaria traslerà verso levante, portandosi sulle acque dell’alto Ionio: irromperanno forti venti di Tramontana, forieri di rovesci e temporali intermittenti – più frequenti e intensi su Palermitano orientale e Messinese –, un ulteriore calo delle temperature (che torneranno ad assumere connotati più tipicamente invernali) e nevicate sull’Etna e sui principali rilievi dei Nebrodi e delle Madonie. Non escluse, in questo contesto, puntuali grandinate. Come di sovente accade con l’ingresso di correnti fredde dai quadranti settentrionali, la fenomenologia si mostrerà nel complesso più disorganizzata, irregolare e alternata a pause asciutte e a temporanee schiarite sui settori ionici del Catanese e sulla fascia costiera agrigentina, dunque non risolutiva in ottica siccità. Occorrerà attendere i prossimi aggiornamenti per avere un quadro più nitido e delineato dell’evoluzione meteorologica in prossimità delle festività pasquali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meteo, weekend dai due volti: sabato molto mite, poi fase fredda e instabile

AgrigentoNotizie è in caricamento