Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Emergenza sbarchi, Crimi a Porto Empedocle: ”Sicurezza e salute sono le priorità”

Il viceministro dell'Interno: "Vanno trovate nel territorio strutture idonee all'accoglienza dei migranti"

 

“Oggi siamo difronte ad un’emergenza, ad un aumento degli sbarchi  che arrivano in particolare dalla Tunisia, questo è un fenomeno che va affrontato in questi termini, noi dobbiamo dire, con chiarezza, che chi non ha diritto di rimanere in Italia deve tornare nel proprio paese”. Così dai microfoni di AgrigentoNotizie ha parlato il vice ministro dell’Interno, nonché capo politico del Movimento cinque stelle, al suo arrivo a Porto Empedocle.

Emergenza immigrazione, in arrivo nave quarantena: sarà ormeggiata a Lampedusa
Emergenza immigrazione, in arrivo nave quarantena: sarà ormeggiata a Lampedusa

 

Potrebbe interessarti: https://www.agrigentonotizie.it/cronaca/nave-quartantena-arriva-lampedusa-luglio-2020.html

Prima dell’incontro in municipio con i sindaci e la deputazione del partito, per discutere dell’emergenza sbarchi, Crimi ha anche parlato degli eventuali rimpatri.  “Con la Tunisia – ha detto il vice ministro -  ci sono degli accordi di rimpatrio, quindi è possibile farlo e su quelli stiamo lavorando.  Con il ministero – ha detto ancora - stiamo lavorando per ridurre la pressione sul Comune di Porto Empedocle . La nostra priorità – ha ribadito il vice del ministro  Lamorgese -  è la sicurezza e salute dei cittadini, non possiamo vanificare gli sforzi che abbiamo fatto fino ad adesso. Su questo non ci sono obbiezioni  da parte di nessuna  forza politica di maggioranza,  bisogna tutelare la salute dei cittadini”.
Dopo il lungo incontro tenutosi nella sala giunta del Comune empedoclino, il senatorre Crimi ha anche avanzato delle proposte, fra queste, ci sarebbe anche l’ipotesi di reperire, nel territorio, delle strutture idonee per l’accoglienza dei migranti. Non sarebbe da escludere, dunque, che dal Viminale possa attivarsi un piano di ricognizione delle strutture attualmente vuote, come ad esempio sono molti capannoni della zona industriale di Agrigento. La visita empedoclina del vice ministro dell’Interno si è chiusa con una visita esterna alla tensostruttura gestita dalla Croce rossa. 

Migranti positivi a Porto Empedocle, sono pronti a lasciare la tensostruttura
Migranti positivi a Porto Empedocle, sono pronti a lasciare la tensostruttura

 

Potrebbe interessarti: https://www.agrigentonotizie.it/cronaca/migranti-positivi-covid-19-lasciano-porto-empedocle-.html


 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento