rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Carabinieri / Licata

"Violenze e minacce per fargli abbandonare la casa popolare", il gip: 4 divieti di dimora

Agli indagati, appartenenti tutti allo stesso nucleo familiare, viene contestata l'ipotesi di reato di tentata estorsione continuata e in concorso

Violenze e minacce di morte affinché la famiglia abbandonasse, in loro favore, l'alloggio popolare occupato. Ma le vittime non hanno calato la testa, anzi si sono rivolte ai carabinieri che hanno dato applicazione ad una misura cautelare, disposta dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Agrigento, di divieto di dimora a Licata. Sono quattro i licatesi che - per tentata estorsione continuata e in concorso - devono lasciare la città del Faro. Si tratta di componenti della stessa famiglia: C. F. di 41 anni, O. O. di 40 anni, C. S. di 23 e  C. A. P. di 21. .

Le indagini dei militari dell'Arma della compagnia di Licata hanno permesso di ricostruire come gli indagati, "in concorso tra loro, ispirati dallo stesso disegno criminoso, abbiano posto in essere, durante questo mese, plurime condotte dirette e inequivoche, per costringere senza alcun titolo, attraverso violenze e minacce di morte, una famiglia del posto ad abbandonare in loro favore l’alloggio popolare occupato".

Nell’ambito dell’attività investigativa svolta, con il coordinamento della Procura, hanno avuto rilievo e peso le gravi e concordanti dichiarazioni emerse dalla denuncia delle vittime e di tutte le altre persone sentite.

Quanto accaduto a Licata ha dimostrato, ancora una volta, qualora ve ne fosse bisogno, quanto sia fondamentale che tutti i cittadini denuncino. E senza indugi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Violenze e minacce per fargli abbandonare la casa popolare", il gip: 4 divieti di dimora

AgrigentoNotizie è in caricamento