L'inchiesta sulle percosse ai migranti, Cimino: "Si faccia piena chiarezza"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

«Quanto accaduto a Favara è gravissimo, spero si faccia chiarezza sull’accaduto». Rosalba Cimino, deputato del Movimento 5 Stelle alla Camera e componente del comitato Schengen condanna con forza quanto accaduto al centro di accoglienza di Agrigento-Favara, dove un poliziotto ha picchiato un migrante, dopo avergli imposto di schiaffeggiare un altro ospite della struttura, umiliando i due davanti a un nutrito gruppo di persone. «Episodi del genere lasciano esterrefatti e vanno– dichiara Cimino – questa non è accoglienza. Voglio però elogiare il gesto di Giorgia Butera, presidente dell’associazione Mete onlus, che ha denunciato in Questura l’episodio. Abbiamo bisogno di persone con il suo coraggio e la sua forza. Voglio esprimerle inoltre solidarietà per gli attacchi che ha ricevuto dopo la denuncia». L’episodio, filmato con uno smartphone e che ha portato la Procura di Agrigento ad aprire un’inchiesta, precede una missione già stabilita nei centri di accoglienza siciliani. «La situazione all’interno dei centri di accoglienza e la loro gestione vanno monitorate con attenzione – afferma Cimino – per questo la prossima settimana saremo in missione in Sicilia per verificare le condizioni all’interno delle strutture di accoglienza». Da martedì 23 a giovedì 25 giugno la deputata, insieme con altri componenti del comitato Schengen si recherà a Pozzallo, Porto Empedocle e Lampedusa, poi negli altri centri minori dell’isola. «La situazione dell’emergenza sanitaria e la necessità di assicurare agli ospiti la quarantena – spiega ancora Rosalba Cimino – ha portato diverse problematiche, denunciate dai Comuni. Per questo motivo abbiamo deciso di intervenire». Nei giorni della missione la delegazione incontrerà i rappresentanti istituzionali, le forze dell’ordine e la capitaneria di porto, oltre alle amministrazioni comunali dei vari Comuni. 

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento