rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Tribunale

Accusato di stupro da un'amica e sospeso dal servizio da due anni: assolto poliziotto penitenziario

L'episodio sarebbe avvenuto nell'estate del 2021 a San Leone: l'agente insieme a un amico incontra due sorelle e si appartano, una delle due ragazze raccontò di essere stata sequestrata e costretta a subire due rapporti sessuali

Accusato da un'amica di violenza sessuale e sequestro di persona, sospeso dal servizio e, infine, assolto "perchè il fatto non sussiste": il giudice per l'udienza preliminare del tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, ha scagionato un poliziotto penitenziario agrigentino di 27 anni che, per questi fatti, da due anni è sospeso dal servizio.

La vicenda risale al 5 luglio del 2021: il poliziotto, mentre trascorreva la serata insieme a un amico, incontra due sorelle a San Leone. Poi, secondo la ricostruzione dell'episodio, decidono di trascorrere la serata a Porto Empedocle, a casa di uno di loro.

A quel punto le due coppie si sarebbero appartate e, nei giorni successivi, una delle sorelle ha denunciato di essere stata violentata in due circostanze. La prima volta, dopo essere stata immobilizzata, sarebbe stata costretta a subire un rapporto completo. A seguire la donna, all'epoca nemmeno ventenne, sarebbe stata chiusa a chiave nella cucina e violentata per la seconda volta nella stessa serata.

La ragazza, subito dopo, ha presentato una denuncia e la procura, oltre a raccogliere la sua testimonianza e la documentazione sanitaria, ha disposto intercettazioni e videoriprese. Nel frattempo l'agente penitenziario, che ha sempre respinto le accuse sostenendo che si era trattato di sesso consenziente, è stato sospeso dal servizio.

Il pubblico ministero Gianluca Caputo, dopo avere richiesto il rinvio a giudizio, a conclusione del giudizio abbreviato ha chiesto l'assoluzione spiegando che non erano state raggiunge prove certe della colpevolezza dell'imputato. Argomenti a cui aveva replicato l'avvocato di parte civile Salvatore Butera, difensore della presunta vittima, secondo cui il poliziotto andava condannato.

Il difensore del giovane agente penitenziario, l'avvocato Salvatore Pennica, ha ribadito che fra l'imputato e la ragazza che lo accusava c'era stato solo sesso volontario e che non aveva commesso alcun reato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusato di stupro da un'amica e sospeso dal servizio da due anni: assolto poliziotto penitenziario

AgrigentoNotizie è in caricamento