rotate-mobile
Tribunale

Impedisce uno stupro e viene picchiata, vittima racconta aggressione in aula

La donna sarebbe stata aggredita insieme al suo fidanzato: la ragazza sarebbe sfuggita alla violenza rifugiandosi nella sala Bingo di via Acrone

Difende una donna nigeriana sottraendola a un tentativo di violenza sessuale e viene a sua volta aggredita insieme al suo fidanzato: quest'ultimo, in particolare, riportò una contusione cranica e la frattura delle ossa nasali. 

Questa vicenda ha fatto scattare due processi a carico di tre nigeriani: uno per violenza sessuale, lesioni e minaccia ai danni di una donna e un altro per lesioni ai danni di una coppia di fidanzati, anch'essi nigeriani, che sarebbero stati aggrediti come rappresaglia di avere difeso la donna impedendo che venisse stuprata nel suo appartamento. 

L'episodio al centro della vicenda risale al 7 ottobre del 2018. I tre nigeriani avrebbero cercato di denudare e violentare la connazionale che riuscì a fuggire seminuda nella sala Bingo dove fu aiutata da una coppia di conoscenti che li mise in fuga.

Gli stessi, però, l'indomani si sarebbero vendicati picchiando selvaggiamente con un bastone l'uomo che aveva difeso la loro vittima, provocandogli gravi traumi per i pugni e i colpi ricevuti alla testa dopo averlo immobilizzato.

Al processo per quest'ultimo episodio, in cui è imputato il solo Ola Ilebe, 34 anni, è stata sentita, davanti al giudice Manfredi Coffari, la fidanzata del nigeriano pestato a sangue (parte civile con l'assistenza dell'avvocato Monica Malogioglio) e il titolare della sala giochi che hanno confermato le circostanze. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impedisce uno stupro e viene picchiata, vittima racconta aggressione in aula

AgrigentoNotizie è in caricamento