menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una veduta della Questura di Agrigento

Una veduta della Questura di Agrigento

"Violenza sessuale e lesioni personali", trentaduenne in carcere

L'uomo era inizialmente posto agli arresti domiciliari, adesso è stato eseguito il provvedimento che aggrava la misura cautelare

"Violenza sessuale di gruppo aggravata e lesioni personali aggravate". E' per questi titoli di reato che la polizia di Stato ha dato esecuzione ad un'ordinanza di aggravamento della misura cautelare a carico di un tunisino trentaduenne sbarcato a Lampedusa lo scorso 11 giugno. 

Il 26 marzo del 2013, il Gip del tribunale di Firenze aveva posto a carico dell'immigrato la misura cautelare degli arresti domiciliari. Adesso, dopo l'approdo a Lampedusa, la Squadra Mobile della Questura di Agrigento ha dato esecuzione al provvedimento che prevede la sostituzione della misura cautelare degli arresti domiciliari con quella della custodia in carcere, per i reati, appunto, di violenza sessuale di gruppo aggravata e lesioni personali aggravate. Dopo le formalità di rito, l’immigrato è stato portato alla casa circondariale di Agrigento. 
 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento