Cronaca

"Ha violato il divieto di comunicazione", Arnone finisce in carcere

L'avvocato ed ex consigliere comunale è stato prelevato dalla polizia e portato in cella in esecuzione di un provvedimento del tribunale di sorveglianza

L'avvocato agrigentino Giuseppe Arnone è stato prelevato dalla polizia e portato in carcere in esecuzione di un provvedimento del tribunale di sorveglianza di Palermo che gli revoca il beneficio della semilibertà.

Arnone, ex presidente regionale di Legambiente, consigliere comunale e più volte candidato a sindaco, in particolare, avrebbe violato le prescrizioni che gli imponevano di non comunicare e inviare mail e note.

L'avvocato, cancellato e sospeso dall'Ordine, aveva ottenuto di scontare una serie di condanne per diffamazione prima in regime di affidamento in prova e poi di semilibertà. Adesso il ritorno in carcere per presunte violazioni dei divieti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ha violato il divieto di comunicazione", Arnone finisce in carcere

AgrigentoNotizie è in caricamento