menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Parco archeologico aumenterà la produzione di vino: comprate le "Barbatelle"

Il tipo di vite selvatica dovrà poi essere innestata per la crescita della specie per vinificare

Il Parco archeologico Valle dei Templi mira ad aumentare la produzione di vino. Per questo motivo è stato disposto l'acquisto - per circa 50 mila euro - di diverse decine di piante "Barbatelle": un tipo di vite selvatica che poi dovrà essere innestata per la crescita della specie per vinificare. E lo scopo è, appunto, quello di aumentare la produzione di vino già in corso nella zona "A" dove i vigneti esistenti producono il "Diodoros" che è realizzato con la collaborazione della Cva di Canicattì.

Il vino rosso, prodotto dal Parco archeologico, è composto al 90 per cento dal Nero d'Avola: il cosiddetto "calabrese" a cui vengono aggiunti, per la restante parte, Nerello Cappuccio e Nerello Mascalese. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giornali on line più letti, la classifica della piattaforma Similarweb

Attualità

Solidarietà all'Arma dei carabinieri, bandiere a mezz'asta al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento