Cronaca

Concussione, condannato a tre anni l'ex dirigente dell'Asp

Confermata in appello la sentenza di primo grado. Vincenzo Pinella è stato accusato di avere rallentato autorizzazioni alla Rocco Forte di Sciacca per far assumere il figlio

Vincenzo Pinella

È stata confermata anche in appello la condanna a tre anni di reclusione per l'ipotesi di reato di concussione a carico di Vincenzo Pinella, di 67 anni, ex dirigente dell'Azienda sanitaria provinciale di Agrigento.

La difesa dell'imputato, rappresentata dagli avvocati Bartolomeo Parrino ed Ottaviano Pavone, avevano invece chiesto, ai giudici della prima sezione della Corte d'appello di Palermo, l'assoluzione "perché il fatto non sussiste". Ed adesso annunciano ricorso in Cassazione.

L' ex dirigente Asp è stato accusato di "avere rallentato autorizzazioni e pareri igienico sanitari alla Rocco Forte di Sciacca per costringere il gruppo che fa capo al magnate italo-inglese ad assumere il figlio. Le indagini dalle quali è sfociato il processo sono state condotte, per 6 mesi, dai carabinieri della compagnia di Sciacca, con intercettazioni telefoniche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concussione, condannato a tre anni l'ex dirigente dell'Asp

AgrigentoNotizie è in caricamento