rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Polizia municipale / Villaseta

Vasca prefabbricata e box di ferro su area demaniale: scoperto nuovo abuso

Al Comune è stata già firmato una diffida di rimozione e ripristino dello stato dei luoghi. Trenta i giorni che sono stati concessi all’agrigentino. In caso contrario, procederà – in suo danno, ossia a sue spese, - lo stesso Municipio

Utilizzano l’area demaniale quasi come se fosse un appezzamento di terreno di loro proprietà. E lo fanno, inevitabilmente poiché riconoscono che si tratta di un “fazzoletto” di bene inalienabile appartenente allo Stato, senza alcuna autorizzazione, né concessione. A scoprire che quella vasca prefabbricata e l’adiacente box in ferro, con copertura in lamiera, erano abusivi sono stati gli agenti del servizio Vigilanza edilizia della polizia municipale. Una scoperta che, per Villaseta, non rappresenta però certamente una novità. E questo perché, già in passato, erano stati accertati altri abusi simili. Il dirigente del quinto settore di palazzo dei Giganti, Gaetano Greco, ha già firmato una diffida di rimozione e ripristino dello stato dei luoghi. Trenta i giorni che sono stati concessi all’agrigentino. In caso contrario, procederà – in suo danno, ossia a sue spese, - lo stesso Comune.

La speciale squadra della polizia municipale, durante uno dei tanti controlli realizzati, ha accertato che qualcuno aveva collocato, interrandola, – su area demaniale, sottoposta al vincolo sismico, - una vasca prefabbricata di 2,30 per 3,20 metri e che accanto era stato posizionato un box in ferro, con copertura in lamiera, di 22 metri quadrati, con un’altezza di 2,35 metri. Per delimitare il tutto, inoltre, sarebbe stato realizzato anche un muretto con sovrastante recinzione metallica. Un abuso in piena regola. Un abuso che dovrà, appunto, essere rimosso entro 30 giorni, termine entro il quale dovranno essere ripristinati – secondo quanto esplicitamente scritto dal dirigente del quinto settore del Municipio – i luoghi. “In difetto, si provvederà d’ufficio – viene specificato – a spese dell’interessato”. Naturalmente, qualora dovesse trattarsi di opere sottoposte a sequestro da parte dell’autorità giudiziaria, prima dovrà essere chiesto il dissequestro al giudice penale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vasca prefabbricata e box di ferro su area demaniale: scoperto nuovo abuso

AgrigentoNotizie è in caricamento