rotate-mobile
Cronaca Realmonte

"Borgo Scala dei Turchi abusivo", nominati periti e consulenti

Torna tutto in discussione dopo l'ordinanza del gup Francesco Provenzano. Ieri hanno giurato i tre tecnici nominati dal giudice. Il 7 giugno il primo accesso sui luoghi

I periti nominati dal giudice hanno giurato ieri mattina. Il 7 giugno faranno il primo sopralluogo sui luoghi insieme ai consulenti di parte per verificare se le conclusioni alle quali è arrivato il consulente del pubblico ministero sono corrette e, in particolare, per accertare “l’esatta distanza dalla battigia delle opere”. Quando l’udienza preliminare e lo stralcio abbreviato dell’inchiesta sembrava si stessero avviando verso la conclusione è arrivato il colpo di scena al processo sul cosiddetto Villaggio dei vip accanto alla Scala dei Turchi di Realmonte. La svolta è arrivata a seguito delle difese depositate dagli imputati Gaetano Caristia e Sebastiano Comparato, principali dirigenti della Co.Ma.Er, l’impresa siracusana che stava realizzando il progetto, assistiti dall’avvocato Luigi Restivo.

Il giudice dell’udienza preliminare ha deciso, con ordinanza, di disporre un’attività di integrazione probatoria disponendo una perizia collegiale. I periti accerteranno quanto è stato già depositato dal consulente della Procura, l’architetto Luciano Montalbano. La difesa degli imputati aveva sollevato numerose perplessità rispetto all’ispezione dei luoghi effettuata nel dicembre 2013 dal consulente di parte del pm. La difesa con una perizia giurata di parte ha criticato "non solo le modalità formali e pratiche di espletamento della perizia del consulente, ma le conclusioni a cui lo stesso è pervenuto e che stanno alla base dei principali capi di imputazione". Ieri c’è stato un altro passaggio.

L’architetto Paolo La Greca dell’Università di Catania, l’ingegnere Mario D'Amore e l’architetto Guido Meli, indicati dal gup, hanno giurato e assunto formalmente l’incarico. Caristia e Comparato hanno nominato il docente di urbanistica Giuseppe Cangemi, il dirigente del dipartimento di urbanistica Gianfranco D'Orazio e l’architetto Maurizio Napoli. Si torna in aula il 28 settembre, data in cui i periti dovranno riferire sulle questioni ritenute dal giudice “decisive” ai fini della decisione. Secondo il pm Antonella Pandolfi, che ha chiesto il rinvio a giudizio, il piano di lottizzazione sarebbe stato portato avanti con “molteplici difformità rispetto alle autorizzazioni” con violazioni di norme e vincoli. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Borgo Scala dei Turchi abusivo", nominati periti e consulenti

AgrigentoNotizie è in caricamento