Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

I vigili del fuoco salvano Linosa da un probabile disastro ambientale

Svuotato il serbatoio del peschereccio rimasto incagliato sugli scogli diversi giorni fa: conteneva diverse migliaia di litri di carburante. Si rischiava - tra le altre cose - di compromettere la deposizione delle uova delle tartarughe "Caretta caretta"

Si è rivelato salvifico l’intervento dei vigili del fuoco a Linosa, che ieri – durante tutta la giornata, nonostante le difficili condizioni del mare -  hanno svuotato il serbatoio del carburante di un peschereccio rimasto incagliato alcuni giorni fa sugli scogli dell'isola. 

"I vigili del fuoco di Lampedusa hanno salvato l’isola di Linosa da un potenziale rischio ambientale afferma l’associazione ambientalista MareAmico di Agrigento, che ha sollevato il rischio già diversi giorni fa - , e noi siamo soddisfatti per essere riusciti ad accendere i riflettori sulla piccola isola del Mediterraneo ed avere contribuito a risolvere il problema".

Lo scorso 21 marzo il peschereccio di 22 metri "Red fish", appartenente alla marineria di Catania, era finito su alcune secche dell'isola di Linosa, a pochi metri dalla spiaggia di Pozzolana di Ponente, dove le tartarughe "Caretta caretta" depongono le uova. Il personale di bordo è stato tratto in salvo, mentre l’imbarcazione è rimasta in balia del mare per 7 lunghi giorni, fino a quando lo scorso 28 marzo una mareggiata lo ha sbattuto sugli scogli.

"La nostra principale preoccupazione – spiega ancora MareAmico per voce del responsabile locale Claudio Lombardo - era data dalla presenza a bordo di diverse migliaia di litri di gasolio che, nella malaugurata ipotesi di una falla nella chiglia, si sarebbero potuti riversare in mare inondando la vicina spiaggia, famosa per la deposizione delle uova delle tartarughe 'Caretta caretta', provocando così un vero e proprio disastro ambientale".

Ieri i vigili del fuoco hanno provveduto a scaricare a terra il carburante contenuto nei serbatoi, scongiurando quindi il grave rischio per il mare della splendida isola di Linosa.

Nei prossimi giorni, come reso noto dall'associazione ambientalista di Agrigento, il pontone "Vincenzo Casentino" proveniente da Licata tenterà di salvare il relitto "evitando che faccia la stessa fine di un'altra imbarcazione – avverte MareAmico - colata a picco a poca distanza, i cui rifiuti sono ancora presenti in zona".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I vigili del fuoco salvano Linosa da un probabile disastro ambientale

AgrigentoNotizie è in caricamento