menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Quello che resta del cimitero delle barche

Quello che resta del cimitero delle barche

Nuovo distaccamento dei vigili del fuoco, Di Malta: "Dateci il terreno del cimitero delle barche"

Si è svolto, questa mattina, un incontro con il prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa. In video conferenza anche il sindaco dei Lampedusa, Salvatore Martello

La Uil vigili del fuoco chiede a granvoce la concessione di un terreno da assegnare al dipartimento per la realizzazione di una caserma al di fuori dell'aeroporto di Lampedusa. Il "polverone" si è sollevato, ancora di più, all'indomani dell'inferno di fuoco che ha stravolto l'Isola.

Questa mattina, si è svolta una videoconferenza indetta dal prefetto di Agrigento Maria Rita Cocciufa. All'incontro i  vigili del fuoco i rappresentati sindacali provinciali di Cgil, Cisl, Uil, Confsal, Conapo e Usb. Per il comando provinciale di Agrigento il comandante provinciale, Giuseppe Merendino e il funzionario responsabile del distaccamento di Lampedusa Antonino La Porta. Per il Comune di Lampedusa il sindaco Salvatore Martello e per l’Agenzia del demanio il dirigente Filippo Cesareo. 

All’incontro il sindaco di Lampedusa ha prospettato ai presenti la volontà di concedere un area all’interno del sedime aeroportuale e si è impegnato, dietro sollecito del pefetto ad una risposta entro dieci giorni per aggiornare alcune problematiche sulla reale fattibilità dovuto a vincoli e disponibilità del suolo in concessione ad enti aeroportuali.

“Abbiamo appreso con soddisfazione l’apertura del sindaco di Lampedusa a voler concedere un area per la realizzazione di un distaccamento terrestre a Lampedusa – dichiara – il segretario provinciale della Uil dei vigili del fuoco Antonio Di Malta – ma nutriamo serie perplessità sulla fattibilità della concessione di questa area che ricade all’interno dell’aeroporto di Lampedusa. E' noto che i parametri imposti dalle normative Icao non possano subire eventuali sottrazioni di terreni già in concessione poiché declasserebbe quelle che sono le classi aeroportuali. Noi – continua  -  siamo a conoscenza che l’area individuata dal sindaco sia in concessione all’Enac e in gestione all’Ast – continua ancora il Segretario della Uil di Agrigento – percorrere questa strada significherebbe impantanarsi in contenziosi burocratici che ci porterebbero in ritardi ed a perdere i finanziamenti attualmente disponibili per la realizzazione dell’opera. Abbiamo proposto al sindaco e ai presenti in alternativa e di facile individuazione un terreno comunale o il cimitero delle barche, sito dove recentemente è stato oggetto di cronaca incendiaria  – questa - continua Di Malta – scelta sarebbe un forte messaggio  dello Stato  che dal quelle ceneri e in quel sito nascerebbe  la presenza di uomini dedicati al soccorso e allo spegnimento degli incendi".

Di Malta-5
                          

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento