Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Conto alla rovescia per il Mandorlo in Fiore, Firetto: "Non sarà la solita sagra"

 

"Una sagra che piena di contenuti". Queste le parole del sindaco di Agrigento, Calogero Firetto. Il primo cittadino parla ai microfoni di ‘AgrigentoNotizie’.  La manifestazione andrà in scena dal 4 al 12 marzo. L'organizzazione è stata affidata al Parco archeologico della Valle dei Templi.

LEGGI ANCHE: LA STORIA DELLA SAGRA E DEL FESTIVAL

"Non sarà la ‘solita’ sagra paesana in cui si utilizzano le mandorle per farne elemento unicamente da tavola. E' uno spettacolo bellissimo dei mandorli fioriti - spiega il sindaco - . La primavera anticipata è uno spettacolo della natura. Con l’inizio del Mandorlo, si confronteranno tradizioni popolari, ma è anche l’occasione per mettere al confronto importanti patrimoni. È anche l’occasione per celebrare al mondo un messaggio di fratellanza tra i popoli".

"Saranno presenti Palestina e Israele, - aggiunge Firetto - anelito di speranza di pace tra i popoli. Il contributo del Parco? È stato determinante. Mi auguro che in questi anni possa avere una comunicazione che si avvii con largo anticipo. Il prossimo anno se dovesse permanere si avvii con larghissimo anticipo. Siamo lontani dai tempi in cui la comunicazioni si faceva una settimana prima. Ci fu un anno - spiega Firetto . dove la comunicazione venne fatta una settimana dopo, da quei giorni, acqua sotto i ponti ne passò tanta”.

LEGGI ANCHE: IL MANDORLO, TRA INNOVAZIONE E TRADIZIONE

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento