menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento dell'intervista di Riccardo Gaz a Cesco Tedesco

Un momento dell'intervista di Riccardo Gaz a Cesco Tedesco

In una vecchia "vhs" il ricordo di Cesco Tedesco

E' un documento ormai storico. Andò in onda nel 2001, su Teleacras. Un giovanissimo Riccardo Gaz intervistava Cesco Tedesco, entrambi sospesi a 30 metri di altezza. Abbiamo chiesto a Riccardo di ricordare quel momento

E' un documento ormai storico. Andò in onda nel 2001, sull'emittente televisiva "Teleacras". Un giovanissimo Riccardo Gaz intervistava Cesco Tedesco, entrambi sospesi a 30 metri di altezza. Abbiamo chiesto a Riccardo di ricordare quel momento e di raccontarci Cesco così come lui lo ha conosciuto (in basso il player con l'intervista a Cesco Tedesco).

"In un momento storico in cui siamo tutti alla ricerca spietata del potere e dell'affermazione, in cui chiunque può chiamare un amico in una qualsiasi redazione e far scrivere o parlare di sé come meglio crede, in un momento in cui si è in preda ai social, mi soffermo a riflettere sulla vita di un uomo da cui tutti, me per primo, dovremmo prendere esempio, un uomo che non hai mai perso la direzione e che ha fatto dei suoi giorni un vero capolavoro.
 
Non sono parole di circostanza. Sfido chiunque ad aver mai sentito, una sola volta, parlare male di Cesco. E se non accade in una piccola città come la nostra, possiamo dire che questo è un primato assoluto.
 
Cesco, una fonte inesauribile di vita.
 
Lui che ha lottato sempre, anche quando la vita lo ha tradito o gli ha tirato dei colpi bassi, lui che non si è mai arreso, che non si è mai distratto da quei valori che molti hanno dimenticato: l’amicizia, il senso del rispetto, l'onestà, la voglia di continuare a conoscere e scoprire, paragonabili solo alla curiosità di un bimbo puro e disinteressato.
 
Cinquantaquattro anni, amico di tutti e per tutti maestro di vita, al di là dell'età, di ogni  limite sociale o generazionale. Spesso le nostre amicizie sono legate a passioni, interessi, argomenti in comune. Ecco, per essere amico di Cesco non era necessario condividere con lui nulla di tutto ciò. Forse, prendendo esempio da lui, dovremmo imparare tutti a volerci più bene.
 
Una volta lo chiamai perché volevo che fosse ospite di una mia trasmissione. Ero piccolino e lui mi disse: «Accetto solo se facciamo l'intervista appesi ad un ponte a 30 metri d'altezza» e sorrise. Non impiegò molto a convincermi: trasmetteva una sicurezza pazzesca, nonostante io per queste cose sia stato sempre un cagasotto.

Era il 2001. A me sembra ieri…….

Ciao Ciccio, un bacio. Ci rivedremo!"

Riccardo

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento