Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Viabilità disastrosa, Cancelleri ai sindaci: "Qui per risposte concrete, il Governo è con voi"

L'incontro si è svolto il prefettura. Il faccia a faccia si è tenuto a pochi giorni dal maxi corteo del 25 gennaio. La marcia è stata programmata per dire basta all'isolamento

 

Emergenza viabilità in Provincia di Agrigento, il viceministro alle Infrastrutture, Giancarlo Cancelleri ha incontrato i sindaci in Prefettura. L’incontro, che si è svolto a pochi giorni della manifestazione di protesta indetta per sabato prossimo, 25 gennaio, è servito agli amministratori comunali, per palesare al rappresentante del governo Conte, le criticità che ciascuna comunità vive a causa della precarietà e, in alcuni casi, anche della pericolosità della rete stradale.

Sul fronte dei lavori delle due grandi opere pubbliche in itinere, ovvero la strada statale 640, Agrigento – Caltanissetta e la 121, Agrigento – Palermo il viceministro ha ribadito la volontà del governo a vigilare  sul completamento delle opere di raddoppio e ammodernamento, entro il 2022 della “Strada degli scrittori”. Sulla Palermo – Agrigento invece il viceministro Cancelleri  si è detto rammaricato per il mancato affidamento dei lavori alla ditta aggiudicataria che ha rinunciato all’appalto. In tal senso, il vice di Paola De Micheli spera di poter affidare queste opere entro al fine del mese in corso. 

Dalla città dei Templi, Cancelleri ha annunciato novità importanti invece sul fronte della viabilità provinciale.  “Abbiamo finalmente dato ampi poteri al commissario delle strade provinciali siciliane che – ha detto Cancelleri -  sarà il provveditore delle opere pubbliche  di Sicilia e Calabria, Gianluca Ievolella che avrà poteri derogatori sul codice degli appalti, significa che – ha aggiunto -  presi gli oltre 400 milioni di euro che sono fermi nelle province e che non vengono spesi perché non ci sono i progetti,  potrà istituire una cabina di regia che si occuperà di completare l’iter per la realizzazione  delle opere”.

Sull’incontro odierno invece, il vice ministro ha ribadito: "Sono qui, oggi, perché secondo me questo territorio, ha bisogno di avere risposte concrete. Voglio stare vicino ai sindaci che devono avere il governo dalla loro parte".

Tra gli amministratori comunali presenti, anche il sindaco di Alessandria della Rocca, Giovanna Bubello che recentemente, aveva annunciato di consegnare la fascia tricolore nelle mani del prefetto di Agrigento, Dario Caputo,  qualora gli enti istituzionalmente competenti, non riescano a dare un collegamento rapido alla sua cittadina con l’ospedale più vicino, ovvero quello di Ribera. 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento