rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca San Leone / viale Dei Pini

Viale dei Pini, l'abbattimento degli alberi potrebbe essere rimandato

Se finora poco si è mosso a causa dell'assenza di risorse disponibili, l'assessore al Verde ha spiegato che l'eliminazione delle piante sarà solo l'ultima ratio

Via dei Pini, l'abbattimento degli alberi è momentaneamente rinviato?

La possibilità è stata avanzata durante i lavori del Consiglio comunale dei giorni scorsi. In particolare, a chiedere all'assessore al Verde ed Ecologia Nello Hamel quali fossero le prospettive verso  la manutenzione straordinaria dell'arteria (che passava anche dal taglio delle piante) è stata la consigliera comunale del M5S Marcella Carlisi. Una domanda comprensibile, dato che di questa vicenda si parla ormai da un paio di anni (con la messa in opera anche di un progetto inserito nel piano triennale delle opere pubbliche), cioè da quando un agronomo incaricato dal Comune stabilì che le piante fossero a rischio crollo e poco prima che Girgenti Acque provvedesse a ribitumare l'intera strada ormai distrutta dalla radici. Prospettiva che rischia di ripetersi nel breve periodo se non si troveranno soluzioni. 

Il componente della Giunta, però  nello spiegare che in via dei Pini “uno dei problemi più grossi è la non valutazione, a suo tempo, dello spazio utile perché lo sviluppo radicale delle piante non contrastasse con gli insediamenti dei manufatti”, e nell’ammettere che sulla problematica di questo patrimonio arboreo ci sono tesi contrastanti, una che punta all’abbattimento tout court e una che guarda invece alla possibilità di recupero delle piante. Tesi, la seconda, che Hamel condivide: “nessun albero – dice - va tagliato se non è assolutamente necessario e non ci siano cause di problematiche di incolumità pubblica o altre cause gravi”. Hamel spiega di aver fornito una specifica direttiva agli uffici, di carattere generale, di “valutare, prima di qualunque azione di abbattimento, la possibilità di poter curare la pianta o di fare degli interventi di potatura che siano sufficienti per potere mantenere l’albero in vita”. Quindi, missione preliminare “operare il minimo dei tagli possibili a piante che possono presentare delle criticità, attraverso interventi di potatura o sanificazione”.

Sui danni arrecati ai muri di recinzione delle proprietà private, Hamel è netto: bisogna capire se ad essere fuori posto è l'albero o lo sono i muri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viale dei Pini, l'abbattimento degli alberi potrebbe essere rimandato

AgrigentoNotizie è in caricamento