Oltre 12 ore di viaggio per tornare a casa per il Natale, ma resta bloccata a causa del maltempo

Ecco la storia di una ragazza linosana che, insieme ad altri compaesani, dopo aver attraversato lo Stivale si trova bloccata dalle cattive condizioni del mare

Se in questi giorni si raccontano le "vie Crucis" dei pendolari che affrontano veri e propri viaggi della speranza per tornare in Sicilia, ci sono dei casi particolari in cui, come si suol dire, piove letteralmente sul bagnato.

La storia che vi stiamo per raccontare  è di una giovane linosana, da alcuni giorni letteralmente bloccata in città dopo aver attraversato lo Stivale per tornare a casa.

"Per amore di passare il Natale con la mia famiglia, nella mia terra, con i miei amici più cari - scrive sui social Flora Bonadonna - affrontato un viaggio di 20 ore solo per arrivare in Sicilia, perché non avendo diritto alla continuità territoriale noi siciliani fuori sede dobbiamo fare i conti con prezzi dei voli allucinanti: anche 300 euro solo andata. Allora prendo un treno per Napoli e poi un pullman per Agrigento ma con tutto l’entusiasmo di questo mondo perché sto tornando a casa e chissenefrega se per una notte non dormo e se devo stare 12 ore seduta".

Invece a questi disagi, già bastevoli per chiunque, si sono aggiunti quelli connessi alla particolare situazione di Linosa, dove vive la famiglia di Flora.

"Coloro che hanno potuto si sono apprestati a partire prima che il mare si facesse grosso a causa del maltempo. Purtroppo io e altre persone abbiamo perso questa possibilità e quando abbiamo chiesto quando sarebbe parti la nave mi sono sentita rispondere: 'prenotati il cenone di Natale da qualche parte ad Agrigento'".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Disagi su disagi insomma, dovuti ai disagi infrastrutturali e alle "disattenzioni" della politica locale e nazionale che si sommano alle difficoltà oggettive creando un mix davvero "letale".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Agrigento usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Covid-19, altri due casi in provincia: chiuso ristorante e richiamati tutti i clienti

  • La faida sull'asse Favara-Belgio, scatta l'operazione "Mosaico": raffica di arresti, trovate armi

  • Operazione "Mosaico": duplice tentato omicidio, ecco chi sono i 7 arrestati

  • Coronavirus, ancora positivi in provincia: a Ravanusa i casi salgono a sette

  • Nuova "bomba" d'acqua sull'Agrigentino: strade e ristoranti allagati, albero su auto

  • Il Covid non molla la sua presa: due nuovi casi a Favara, uno a San Biagio e Grotte

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento