rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Cronaca

Caso ponte Morandi, gli ingegneri: "La politica eviti strumentalizzazioni"

Appello dell'Ordine: "Si dia voce alle professioni, niente decisioni dettate dall'emozione"

"In merito agli ultimi aggiornamenti del dibattito intorno ai viadotti Akragas I e II, siamo costretti, nostro malgrado, a rinnovare un invito alla politica a non affrontare sull'onda dell'emozione questioni d'importanza collettiva come quelle della dotazione infrastrutturale del nostro territorio, della viabilità e della messa in sicurezza dell'esistente".

Lo dicono il presidente dell'Ordine degli Ingegneri Alberto Avenia, il segretario del Consiglio provinciale Maria Micciché e il vicepresidente Epifanio Bellini. "Quest'ordine - proseguono - solo pochi mesi fa aveva lanciato un appello alla politica, affinché ascoltasse la voce delle professioni tecniche sul tema, essenziale per i prossimi decenni, del patrimonio pubblico che invecchia. La proposta è praticamente caduta nel vuoto e siamo ancora in attesa che venga convocata un'annunciata seduta di Commissione Ambiente all'Assemblea regionale siciliana (si sarebbe dovuta tenere il 26 luglio, è stata rinviata a data da destinarsi). Oggi ribadiamo quanto abbiamo sempre espresso: nessuna scelta venga presa senza valutare concretamente gli effetti che essa avrebbe sulla collettività".

Gli ingegneri aggiungono: "Lo stesso viadotto Akragas fu costruito in un momento di grande emergenza (siamo, infatti, nei giorni tragici della frana) e le scelte fatte non si sono dimostrate oggi lungimiranti da un punto di vista paesaggistico, di rispetto del patrimonio archeologico ma anche strettamente pratico".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso ponte Morandi, gli ingegneri: "La politica eviti strumentalizzazioni"

AgrigentoNotizie è in caricamento