Martedì, 16 Luglio 2024

Gli ombrelli di via Atenea rimossi fra le polemiche per fare spazio al fercolo di San Calò, i promotori del festival: "Città senza futuro"

L’installazione artistica sarebbe stata collocata a un’altezza da terra di 4 metri e 30, ritenuta insufficiente per il passaggio del simulacro

Dopo poco più di due mesi di “onorata carriera” i colorati ombrelli di via Atenea ritornano in magazzino per far spazio alle processioni di San Calogero. Era il 27 aprile scorso quando, su iniziativa dei titolari di tre locali, un tratto della strada venne addobbata con l’installazione artistica che, nonostante non fosse una novità in ambito del decoro urbano, venne accolta positivamente da cittadini e turisti che immortalavano la “galleria” colorata nei loro selfie.

In prossimità dei festeggiamenti di San Calogero però, ai titolari dei locali sarebbe stato comunicato che l’altezza da terra degli ombrelli, avrebbe potuto intralciare il passaggio del simulacro che necessiterebbe di una luce minima di 4 metri e 40 centimetri mentre l’installazione artistica è posizionata a un’altezza di 4 metri e 30 centimetri. Per evitare che quei 10 centimetri in più potessero ostacolare lo svolgimento delle processioni, i titolari hanno dunque deciso di smontare il tutto.

La redazione di AgrigentoNotizie, ha chiesto all’imprenditore Peppe Vita, titolare di uno dei tre locali promotori, se in futuro gli ombrelli sarebbero stati nuovamente montati in via Atenea. “Parlare di futuro e coniugare il futuro ad Agrigento credo che sia un’impresa assolutamente ardua - è stata la riposta del rammaricato imprenditore – e presuppone un livello di presunzione che noi non abbiamo".

La via Atenea si tinge con i colori della primavera, weekend in musica fino all'estate: ecco il festival urbano

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale. 

Video popolari

AgrigentoNotizie è in caricamento