Cronaca

Vertenza netturbini, il sindacato Confael incontra l'amministrazione

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Il 2 dicembre si è svolto l’incontro tra il sindacato Confael e l’amministrazione comunale di Agrigento. Presenti per l’amministrazione  l’assessore all’Ecologia Domenico Fontana, l’assessore al Bilancio Giovanni Amico ed il dirigente Domenico Lo Presti mentre per il Sindacato  Confael Manlio Cardella Segretario Provinciale  nonchè Vice Segretario Regionale  e Antonio Marco Damaso  Responsabile Dipartimento Servizi di Pubblica Uitilità .

In avvio della discussione il sindacato  Confael ha immediatamente  stigmatizzato la scelta dell’amministrazione di accogliere la richiesta di tavoli separati avanzata da Cgil, Cisl e Uil, poichè ciò ha generato non poche perplessità e malumori tra i lavoratori presenti e la stampa che non ne hanno compreso le effettive chiare  motivazioni. Sono in gioco tutt’ora gli interessi dei lavoratori e dei cittadini ai quali non importa nulla di queste oramai  anacronistiche posizioni del sindacato confederale.

Alla richiesta del sindacato  Confael  del perchè il confronto tra Comune di Agrigento e Sindacati si fosse concentrato sulla riduzione del quinto d’obbligo,  previsto dalle norme che regolamentano il Contratto di Appalto, l’amministrazione Comunale ha così evidenziato:

Il prossimo bilancio del Comune prevederà  alla voce Tari 2017 la somma di Euro 1.300.000,00  derivante dalla voce  "Costi di trasporto e di conferimento nella disarica del Comune di Lentini e  la somma di Euro 1.600.000,00 derivante  dalla voce "conferimento e maggiori oneri riferiti alla discarica Siculiana e maggiori oneri". Il Sindacato Confael  denuncia che a pagare  il costo di Euro 2.900.000,00  di maggiori oneri sulla TARI 2017 non dovranno essere nè i lavoratori nè tantomeno i cittadini ed utenti di Agrigento .

Pertanto occorre  avviare con urgenza il prossimo confronto, che si terrà il 13 dicembre p.v. come confermato dall’Assessore Fontana,  assicurando la presenza  al tavolo della discussione, della Presidenza della Regione e\o del Dipartimento  Regionale all’Energia e Servizi di Pubblica utilità  in ragione del danno derivante dalle ordinanze emesse circa la chiusura della discarica di Siculiana,  del Comune di Agrigento, della SRR Agrigento Est,   sul quale graverà l’onere del prossimo bando di gara, della Società del Raggruppamento di imprese che gestisce nella città l’attuale appalto a scadere e della Società  gestore della discarica di rifiuti sita nel territorio di Siculiana il cui esercizio e gestione -  prevedono le norme -  deve rispondere sempre alle esigenze del preminente interesse pubblico rivestendo quindi valenza pubblicistica dato il particolare rilievo della tipologia di servizio.

Ciò che si è verificato è da imputare altresì, ad avviso del Sindacato Confael, alle scelte assunte dal Commissario Straordinario Giammanco di dare corso al bando di gara  per anni 2 dell’attuale servizio in prossimità delle elezioni del rinnovo del Consiglio e dell’Amministrazione comunale di Agrigento.  Più opportunamente il Commissario avrebbe dovuto assicurare invece una proroga di soli pochi mesi dell’appalto lasciando alla città, all’amministrazione ed  al consiglio comunale l’onere di  ragionare ed approfondire quali fossero le strade più opportune da intraprendere per dare vita ad un nuovo bando nell’interesse del servizo, dell’occupazione e soprattutto di quelol preminente dei cittadini.

Se avessimo potuto esprimere già come Confael la nostra opinione avremmo proposto, come faremo adesso, di puntare al più elevato indice di raccolta differenziata, portando al minimo possibile il conferimento in discarica,  avverso la quale si sarrebe già a quella data potuto avviare un ragionamento sugli già elevati costi del servizio.    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza netturbini, il sindacato Confael incontra l'amministrazione

AgrigentoNotizie è in caricamento