menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'Italcementi di Porto Empedocle

L'Italcementi di Porto Empedocle

Scontro fra sindacati, la vertenza Italcementi passa in secondo piano

Il Confael, guidato da Manlio Cardella, accusa Cgil, Cisl e Uil di aver voluto isolarlo. "Snaturati il valore ed i principi di democrazia e pluralismo"

Sulla vertenza Italcementi si registra uno scontro tra Cgil, Cisl e Uil da una parte ed il sindacato Confael dall’altra, con quest’ultimo organismo che accusa la “triplice” di aver voluto isolarlo.

La querelle tra le organizzazioni sindacali si è registrata in prefettura, al tavolo di confronto convocato dal prefetto Nicola Diomede per affrontare la questione dei lavoratori.

Secondo Manlio Cardella, segretario provinciale di Confael “Cgil, Cisl e Uil hanno, di fatto, snaturato il valore e i principi di democrazia e pluralismo che da sempre hanno animato il sindacato, con l’assurda motivazione che detto incontro è stato da essi richiesto in via esclusiva.  Sono passati in secondo piano persino il prioritario diritto al lavoro e la difesa ad oltranza di uno stabilimento come l’Italcementi, nel comune di Porto Empedocle”.

“La cosa assurda – aggiunge Cardella - è che Cgil, Cisl e Uil - giocando davanti alla Rsu, fingendo di tutelare i lavoratori, per mero ostruzionismo ad una nuova sigla sindacale (Confael) e al segretario provinciale della stessa, presenti perché  invitati dal prefetto a partecipare a questo incontro, hanno relegato in secondo piano la difesa reale dei posti di lavoro”. L’incontro è stato poi rinviato a domani, nella sede della Confindustria Agrigento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento